WTCR
G
Salzburgring
11 set
Prossimo evento tra
27 giorni
G
Slovakia Ring
09 ott
Prossimo evento tra
55 giorni
WSBK
07 ago
Evento concluso
21 ago
Postponed
WRC
18 set
Prossimo evento tra
34 giorni
WEC W Series
G
Norisring
10 lug
Canceled
G
Brands Hatch
22 ago
Canceled
MotoGP
09 ago
FP2 in
00 Ore
:
07 Minuti
:
08 Secondi
Moto3
07 ago
Evento concluso
14 ago
FP3 in
18 Ore
:
57 Minuti
:
08 Secondi
Moto2
07 ago
Evento concluso
14 ago
FP2 in
01 Ore
:
07 Minuti
:
08 Secondi
IndyCar
07 ago
Postponed
12 ago
Prove Libere 3 in
00 Ore
:
27 Minuti
:
08 Secondi
Formula E FIA F3
14 ago
Qualifica in
00 Ore
:
02 Minuti
:
08 Secondi
FIA F2
14 ago
Qualifiche in
02 Ore
:
57 Minuti
:
08 Secondi
Formula 1
10 ago
FP2 in
00 Ore
:
57 Minuti
:
08 Secondi
ELMS
G
Barcellona
27 ago
Prossimo evento tra
12 giorni
DTM
14 ago
Prove Libere 2 in
02 Ore
:
27 Minuti
:
08 Secondi
GT World Challenge Europe Sprint
11 set
Prossimo evento tra
27 giorni
GT World Challenge Europe Endurance
04 set
Prossimo evento tra
20 giorni

Internazionali d'Italia: Tony Cairoli concede il bis nella tappa di Ottobiano

condividi
commenti
Internazionali d'Italia: Tony Cairoli concede il bis nella tappa di Ottobiano
Di:
4 feb 2019, 06:12

Il pilota della KTM si è imposto anche nel secondo appuntamento, conquistando sia la MX1 che la Supercampione. Trionfo per la Casa austriaca anche in MX2 con lo spagnolo Jorge Prado che si è confermato in vetta.

Negli Internazionali d’Italia 2019 cambia il tracciato ma non il risultato. Nella seconda prova che si è disputata ad Ottobiano, Antonio Cairoli vince ancora la MX1 e la Supercampione mentre il suo compagno di squadra Jorge Prado si ripete nella MX2 e sale sul terzo gradino del podio nella manche finale.

Nella categoria maggiore si è assistito ad un duello fra Tim Gajser e Antonio Cairoli. Nelle prove cronometrate lo sloveno, ufficiale HRC, rifila quasi un secondo emmezzo al nostro Campione, ma sia nella manche della MX1 che nella Supercampione deve inchinarsi al siciliano (nella MX1 anche al francese Romain Febvre).

La battaglia fra i due continua anche nella Supercampione. Cairoli e Gajser viaggiano appaiati e staccano gli altri protagonisti dopo pochi giri di gara (il terzo arriverà al traguardo con 55 secondi di distacco). Al decimo passaggio Gajser tenta l’affondo e passa Cairoli ma dopo appena due giri il pilota KTM Red Bull rimette a posto le cose e taglia il traguardo con tre secondi di vantaggio sullo sloveno.

Ora Cairoli comanda sia la classifica della MX1 davanti a Romain Febvre e Tim Gajser, che quella della Supercampione dove precede ancora Tim Gajser e Jorge Prado.

Jorge Prado

Jorge Prado

Photo by: Adriano Dondi

Anche nella MX2 il risultato rispecchia quello di Riola Sardo. Vince Prado davanti a Calvin Vlaanderen e a Maxime Renaux, portacolori del Team italiano SM Action Yamaha. La quarta posizione è di Michele Cervellin che precede l’inglese Ben Watson ed il belga Jago Geerts.

Nella generale Prado comanda a punteggio pieno davanti al giovane danese Haarup il quale precede Cervellin e Watson, terzi a pari punti.

Per quanti riguarda i piloti italiani, segnaliamo Mattia Guadagnini che ancora una volta disputa una buona prova (non dimentichiamo che corre con un due tempi) e Morgan Lesiardo che sembra ritornare piano piano il pilota che ha vinto l’Europeo EMX250 nel 2017.

Nella MX1 Alessandro Lupino e settimo nella manche di categoria ma deve ritirarsi nella Supercampione. Dopo di lui troviamo Simone Furlotti al debutto nella 450 con il GBO Motorsport di Matteo Bonini. Il pilota parmense chiude 12esimo nella MX1.

Prossimo appuntamento domenica prossima a Mantova per la chiusura di questi Internazionali d’Italia di motocross 2019.

Internazionali d'Italia: Cervellin veloce ma sfortunato a Riola, Renaux mostra il suo talento

Articolo precedente

Internazionali d'Italia: Cervellin veloce ma sfortunato a Riola, Renaux mostra il suo talento

Articolo successivo

Internazionali d'Italia: bel podio per Maxime Renaux in classe MX2 ad Ottobiano

Internazionali d'Italia: bel podio per Maxime Renaux in classe MX2 ad Ottobiano
Carica i commenti