WTCR
11 set
Evento concluso
G
Slovakia Ring
09 ott
Prossimo evento tra
18 giorni
WSBK
04 set
Evento concluso
18 set
SBK WarmUP in
04 Ore
:
32 Minuti
:
23 Secondi
WRC
18 set
Giorno 3 in
02 Ore
:
02 Minuti
:
23 Secondi
WEC
12 nov
Prossimo evento tra
52 giorni
W Series
G
04 set
Canceled
G
Austin
23 ott
Canceled
MotoGP
18 set
Warm Up in
04 Ore
:
52 Minuti
:
23 Secondi
Moto3
11 set
Evento concluso
18 set
Gara in
06 Ore
:
32 Minuti
:
23 Secondi
Moto2
13 mag
Evento concluso
18 set
Gara in
07 Ore
:
52 Minuti
:
23 Secondi
IndyCar
12 set
Evento concluso
G
Laguna Seca
18 set
Canceled
Formula E FIA F3
11 set
Evento concluso
G
Sochi
25 set
Prossimo evento tra
4 giorni
FIA F2
11 set
Evento concluso
25 set
Prossimo evento tra
4 giorni
Formula 1 ELMS
28 ago
Evento concluso
G
Monza
09 ott
Prossimo evento tra
18 giorni
DTM
11 set
Evento concluso
GT World Challenge Europe Sprint
25 set
Prossimo evento tra
4 giorni
GT World Challenge Europe Endurance

Internazionali d'Italia: Antonio Cairoli domina a Riola Sardo

condividi
commenti
Internazionali d'Italia: Antonio Cairoli domina a Riola Sardo
Di:

Il pilota della KTM inizia alla grande il 2017, mostrandosi in grande spolvero nella prima uscita stagionale, nella quale le ha suonate sonoramente ad avversari del calibro di Gajser, Van Horebeek e tanti altri.

Negli ultimi anni, la prima prova degli Internazionali d’Italia è una sorta di test per i piloti che partecipano al Mondiale MX2 e MXGP. Si cerca di capire quale è lo stato di forma dei propri avversari oppure, per i tecnici, si studia quali soluzioni hanno realizzato le “Case” avversarie.

Le classifiche di fine giornata hanno detto che Antonio Cairoli (Red Bull KTM) otto volte Campione del Mondo, è determinato e vuole riprendersi la Leadership della MXGP. Antonio ha dominato come solo lui sa fare ed ha lasciato ai suoi avversari la lotta per le posizioni di rincalzo. Sia nella gara della MX1 che nella ELITE, Antonio è sempre scattato in testa segnando pure la Hole Shot in entrambe le partenze.

E sono pure alti i distacchi che ha dato hai suoi diretti avversari che di nome fanno: Tim Gajser (Honda HRC) Campione in carica della MXGP – Jeremy Van Horebeek (Monster Yamaha Factory) – Evgeny Bobryshev (Honda HRC) e tanti altri. Antonio ha dominato ogni volta che è sceso in pista. Solo nelle cronometrate non ha occupato la prima posizione (è stato settimo). Ci è anche parso di vedere che la sua KTM 450 SX-F è stata migliorata nelle parti che lo scorso anno hanno dato piccoli problemi a Cairoli.

Alle sue spalle si è piazzato un Jeremy Van Horebeek che forse non ha “l’acuto” che serve per vincere ma che è spesso un “piazzato” sicuro. Il terzo gradino del podio è di Tim Gajser che è apparso veloce ma, come la passata stagione, incline a qualche errore di troppo.

Alle sue spalle il compagno di squadra Evgeny Bobryshev che a sua precede Glenn Coldenhoff del Team Red Bull KTM. La sesta piazza è di Pauls Jonass che con la sua KTM Red Bull 250 si prende il lusso di precedere moto sicuramente più potenti della sua. In vista del Mondiale MX2 Jonass sarà sicuramente uno dei protagonisti per la vittoria finale.

Alle sue spalle, in settima posizione, troviamo Max Anstie che sale dalla MX2 per limiti di età. L’ottavo posto è dello svedese Alvin Ostlund, un altro giovane che sicuramente farà parlare di se nel prossimo Mondiale M2. Chiudono la classifica dei primi dieci Brent Van Doninck (Kemea Yamaha) e Shaun Simpson (Wilvo Yamaha MXGP).

Guardando attentamente la classifica finale, notiamo che manca il nome di Romain Febvre (Monster Yamaha Factory). Il Campione MXGP del 2015 è caduto nel corso della ELITE picchiando duro. Portato in ospedale per accertamenti, Romain è uscito con un bollettino medico incoraggiante. Qualche livido ma nulla di preoccupante.

Presente in forse anche il Team Rockstar Husqvarna Factory con Gautier Paulin, Maximilian Nagl ed il “rookie” Max Anstie. A parte Anstie, gli altri due non hanno proprio brillato ma c’è anche da verificare quale è il loro stato di forma.

Il Mondiale è alle porte (primo GP in Qatar il sabato 25 febbraio) e certamente non tutti sono nella condizione fisica ottimale. In questi giorni le sedute di allenamento sono molto serrate ed i carichi di lavoro sono ancora da smaltire. Solo Antonio Cairoli ha messo in monstra una condizione fisica eccellente. Dopo Riola si va tutti a Malagrotta per il secondo appuntamento degli Internazionali d’Italia Series.

Internazionali d'Italia: la gara di Riola Sardo in diretta streaming

Articolo precedente

Internazionali d'Italia: la gara di Riola Sardo in diretta streaming

Articolo successivo

Internazionali d'Italia: sulla pista di casa vince ancora Cairoli

Internazionali d'Italia: sulla pista di casa vince ancora Cairoli
Carica i commenti