Cristian Beggi festeggia il Tricolore MX1

Cristian Beggi festeggia il Tricolore MX1

Con la MX2 già assegnata a Michele Cervellin, a Pietramurata gli occhi erano puntati sulla classe regina

Il Campionato Italiano Motocross MX1-MX2 si chiude sul tracciato al Ciclamino di Pietramurata con una grande cornice di pubblico e l’eclatante diretta tv su ben quattro emittenti. Questo conclude una stagione sempre in ascesa per questo campionato che si è rivelato il più importante. A fine giornata si sono assegnati i titoli italiani di categoria. I vincitori sono: Cristian Beggi (MX1-Elite), Nicholas Gipponi (MX1-Under 21), Alessandro Cavandoli (MX1 Over 21), Michele Cervellin (MX2-Elite), Simone Croci (MX2-Under 21), Manuel Ciarlo (MX2-Over 21), Samuele Bernardini (300).

Grande lavoro di cooperazione tra FX Action, il Moto Club Arco, lo staff della FMI con in primis il Race Director e gli uomini del service arrivati per produrre in tempo reale la diretta televisiva per quattro emittenti che oggi hanno messo in onda ben oltre tre ore di trasmissione sul tricolore. La cornice delle montagne trentine con una splendida giornata di sole, insieme alle manche in programma tutte spettacolari, hanno condito un evento fantastico che saluta una stagione veramente proficua per questa disciplina. Non dimentichiamoci però anche della giornata di sabato con la consueta iniziativa “Porte Aperte” che ha convogliato al Ciclamino una sessantina di ragazzini che hanno provato l’ebrezza di salire in sella ad una minicross sotto l’occhio vigile dei responsabili federali della CSAS. Iniziativa questa che nel corso del tricolore ha portato un nutrito numero di neofiti alla scoperta di questa disciplina.

Dunque un evento molto interessante e spettacolare, a detta di coloro che l’hanno guardata comodamente a casa, ma anche per coloro che l’hanno vissuta dal vivo. Manifestazione che ha visto un’intera giornata di intenso lavoro, per tutti. E’ stato sconvolto anche il consueto time table delle gare in programma, questo per favorire la diretta tv, facendo scendere in pista le 4 manche dei gruppi A tutti nella parte pomeridiana.

Dalle 15:15 giù il primo cancello della MX1 con tutti i titoli da assegnare. Grande bagarre ovviamente tra i pretendenti con Cristian Beggi (Honda-Motobase) che a fine gara 1 si lascia andare ad una gesto estremo, non proprio garbato, verso il suo diretto inseguitore. Viene squalificato e quindi c’è tutto da rifare in gara 2 con il reggiano che amministra aggiudicandosi il titolo della Elite. Secondo posto per Pierfilippo Bertuzzo (Yamaha-Caparvi Racing), terzo posto per Samuele Bernardini (TM-Megan Racing). Bertuzzo si aggiudica l’assoluta di giornata davanti a De Bortoli (vincitore di gara 1) e Zeni, tornando secondo in campionato.

Si assegnavano anche i titoli della Under e Over 21. Colpo di scena nella Under 21 con il detentore Thomas Miori (KTM-Hobbycross) che perde il titolo sul filo di lana e per soli due punti ad opera di Nicholas Gipponi (Suzuki-Team Tum Tam), ovviamente radioso sul podio. Una formalità invece per Alessandro Cavandoli (Yamaha-3C Racing) la conquista della Over 21 che già comandava. Sul podio finale una grande Cristian Beggi che si è scusato pubblicamente per il gesto non proprio sportivo nei confronti di Bernardini, i due si sono stretti la mano ed al reggiano è apparso aspetto questo che ha allentato la tensione dimostrando che si può anche sbagliare ma si è ancora più grandi riconoscendo lo sbaglio, scusandosi per averlo commesso in un attimo di stress agonistico.

MX2 sempre più all’insegna di Michele Cervellin (Honda-Racing Technology) che seppur con il titolo già in tasca non si è lasciato sfuggire l’occasione di primeggiare vincendo ancora entrambe le manche dopo due partenze non proprio fulminee. Per il vicentino una stagione da incorniciare. Grande giornata anche per le giovani leve del motocross di casa. Si sono messi in luce, infatti, Davide Bonini (KTM-T.D.R.) e Simone Furlotti (KTM-Silver Action) rispettivamente secondo e terzo di giornata con il pilota lombardo che dopo un finale di stagione sempre in crescendo chiude in terza piazza nella classifica di campionato. Onore anche ad Alessandro D’Angelo (Honda-River Car) secondo nella generale. Per quanto riguarda l’assegnazione dei titoli nelle altre categorie Simone Croci (KTM-Hobbymotor) si è aggiudicato la Under 21, mentre Manuel Ciarlo (Honda-Ciarlo Racing) la Over 21.

Va in cantiere dunque una stagione 2014 con i nuovi Campioni d’Italia e FX Action che ringrazia tutti i partecipanti, le aziende partner, la FMI, il proprio staff per una anno di indubbio successo.

CRONACA DELLE GARE

MX1
Gara 1:
hole shot di Cavandoli seguito da Zecchina che alla seconda curva prende il comando della corsa seguito da Bernardini che non ci sta e sorpassa il mantovano ma poi commette un errore e Zecchina torna leader. Intanto si fa sotto De Bortoli che partito non benissimo (6° al primo passaggio) al giro numero 6 passa al comando scavalcando Zecchina. De Bortoli vince davanti a Bertuzzo anch’egli partito male (11° al primo giro), Bernardini e Beggi ma il reggiano verrà poi squalificato a fine gara per comportamento antisportivo.

Gara 2: davanti a tutti ci sono Zecchina e Zeni con il mantovano che è più lesto alla prima curva. Ma come era successo in gara 1 Zecchina ha poca condizione fisica e perde subito terreno. Rinviene Monni che prende il comando della corsa al secondo giro ma deve fare i conti con uno scatenato Bertuzzo che sorpassa Monni al giro numero 13 e va a vincere l’ultima manche stagionale davanti a Zeni.

MX2
Gara 1: scatta subito Croci che dopo poche curve viene superato da Irt. Lo sloveno comanda per due tornate prima di subire il sorpasso di D’Angelo che passa al comando. Intanto Cervellin si è messo nei guai con una pessima partenza, è tra gli ultimi ma non si perde d’animo adoperandosi in una rimonta che lo porta a raggiungere il battistrada a metà corsa. Breve studio sull’avversario e poi Cervellin passa al comando e vince davanti a Furlotti e Bonini che nel frattempo avevano superato D’Angelo che chiude quarto.

Gara 2: hole shot di Furlotti ma Bonini prende subito le redini della corsa, comanda per alcune tornate poi a metà manche arriva il solito Cervellin che passa al comando e va a vincere la corsa seguito dallo stesso Bonini e da Furlotti.

MX1 – Gruppo B: una vittoria a testa per Giampieri e Fattori.

MX2 – Gruppo B: Martin e Ramon si sono aggiudicati rispettivamente la prima e seconda manche.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Motocross Italiano
Articolo di tipo Ultime notizie