Moto3
07 ago
Evento concluso
14 ago
Evento concluso
21 ago
Evento concluso
11 set
Evento concluso
18 set
Evento concluso
G
Barcellona
27 set
Gara in
2 giorni
09 ott
Prossimo evento tra
14 giorni
G
Aragon
16 ott
Prossimo evento tra
21 giorni
G
Aragon II
23 ott
Prossimo evento tra
28 giorni
G
Valencia
06 nov
Prossimo evento tra
42 giorni
G
Valencia II
13 nov
Prossimo evento tra
49 giorni
G
Algarve
20 nov
Prossimo evento tra
56 giorni

Vietti: “Non mi sarei mai aspettato una vittoria nel mondiale”

condividi
commenti
Vietti: “Non mi sarei mai aspettato una vittoria nel mondiale”
Di:

Celestino Vietti vince la sua prima gara in Moto3 al Red Bull Ring con una condotta magistrale e si porta a 40 punti da Arenas. Il sogno mondiale è lontano, ma il pilota Sky Racing Team VR46 non dà nulla per scontato.

La domenica di gare del Gran Premio di Stiria è stata inaugurata con l’inno italiano, che al termine della Moto3 ha suonato per Celestino Vietti. Il giovane pilota italiano ha centrato il primo successo della carriera nella classe più leggera del mondiale dopo una splendida gara fatta di strategia, gestione e tecnica. Vietti ha guidato una doppietta tricolore beffando Tony Arbolino a due giri dal termine, con il pilota milanese secondo al traguardo.

Grazie al trionfo di Celestino Vietti, lo Sky Racing Team VR46 ritrova la vittoria in Moto3 dopo ben tre anni, l’ultima volta è stata nel 2017 al Mugello con Andrea Migno. Il vincitore del Gran Premio di Stiria ha approfittato nelle fasi finali di un errore di Ai Ogura, fuggendo con Arbolino per poi andare al comando ed aprire un gap irraggiungibile per l’alfiere Snipers, fino agli ultimi giri in testa.

 “Sicuramente è il giorno più bello della mia vita – commenta Vietti a fine gara – Quando ho passato il traguardo solo grandi urla e pianti, perché non mi sarei mai aspettato un giorno di riuscire a conquistare una vittoria nel mondiale. Devo dire un grande grazie a tutta la squadra, perché senza di loro non sarei mai arrivato qui, ed alla mia famiglia che mi segue sempre. Difficile scegliere una persona che ha sempre creduto in me, sicuramente i miei genitori. Mio papà è sempre venuto a tutte le gare, lui c’è sempre”.

Il pilota dello Sky Racing Team VR46 racconta la sua gara: “All’inizio ho fatto un po’ fatica perché tutti staccavano veramente fortissimo e facevo fatica ad imporre un po’ di differenza, dove pensavo di essere forte. Poi forse verso fine gara hanno iniziato ad avere difficoltà con le gomme e quindi riuscivo io a mantenere lo stesso punto di staccata, allora lì sono riuscito a ritornare avanti. Poi alla fine ho visto che Tony andava veramente forte, ho provato a mettermi davanti tutte le volte in cui era possibile ed appena sono riuscito a fare un po’ di gap riuscivo a sfruttare questo punto della staccata e percorrere veloce. Poi ho sperato che non mi passasse alla linea del traguardo”.

Ora Vietti è quarto in classifica a 66 punti, 40 in meno del leader del mondiale Albert Arenas. Il sogno iridato è difficile, ma l’italiano non esclude nulla: “È bellissimo vincere e sarebbe bellissimo poterlo fare più spesso. Io darò il massimo, l’ho dato fino a qui e continuerò a farlo, spero che insieme alla squadra riusciremo a continuare con questi risultati, a combattere con i primi. Io ce la metto tutta, lo spero, ma fino all’ultima gara con la Moto3 non si può mai sapere”.

Guarda il Gran Premio BMW M di Stiria live su DAZN. Attiva ora

Moto3, GP Stiria: Vietti firma la prima vittoria su Arbolino!

Articolo precedente

Moto3, GP Stiria: Vietti firma la prima vittoria su Arbolino!

Articolo successivo

Taccini esclusivo: “Il CEV è professionale, il CIV è immagine”

Taccini esclusivo: “Il CEV è professionale, il CIV è immagine”
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Moto3
Evento Spielberg II
Location Red Bull Ring
Autore Lorenza D'Adderio