Niccolò Antonelli lancia la sfida agli spagnoli

Niccolò Antonelli lancia la sfida agli spagnoli

"Non hanno niente più di noi" ha detto. E sugli obiettivi ha aggiunto: "Lottare per il Mondiale? Non mi tiro indietro"

Niccolò Antonelli si appresta ad iniziare la sua terza stagione in Moto3 con il Team Gresini e lo fa con obiettivi importanti. Patron Fausto si è dato da fare per mettergli a disposizione la KTM, ovvero la moto migliore del lotto, almeno nel 2013. Dunque, si aspetta che il suo talentino possa finalmente iniziare a raccogliere i risultati che merita. Lo stesso discorso però vale per "Nicco", che non nasconde l'ambizione di andare a dare fastidio agli spagnoli nel 2014. Sei pronto per la tua terza stagione in Moto3? "Sono molto più in forma dell'anno scorso. Ho fatto un po' di allenamento anche sulla moto e riesco a fare dei run più lunghi, quindi mi sento davvero pronto per iniziare questa stagione". Su che moto ti sei allenato? "Sono stato molto alla pista di Valentino Rossi, che è molto particolare, perchè ha pochissimo grip anche in rettilineo, quindi non sei mai completamente a riposo. Pur essendo sterrata, ha caratteristiche simili ad una Gp, con curve veloci, curve lente e qualche saliscendi, quindi è utile andarci. Ma non è tutto, perchè insieme agli amici sono andato a girare su tutte le piste di motard del circondario, giusto per divertirmi un po'". Lo scorso anno sei caduto abbastanza spesso. Durante l'inverno come è andata? "Devo dire che sono caduto meno del solito (ride, ndr), ma credo che sia dovuto anche al fatto che ora sono molto più forte dal punto di vista fisico e riesco a tenere meglio la moto. Prima cadevo anche tre o quattro volte quando andavo da Valentino, ora certe volte non cado neanche (grossa risata, ndr)". Gli obiettivi quest'anno sono importanti, senti più pressione? "A me di solito non piace parlare prima, ma quello che penso veramente è che i test di Almeria sono andati benissimo, anche meglio delle aspettative. Sono stato il più veloce e mi sono trovato veramente bene con la moto. Da me mi aspetto molto e quindi cercherò di dare il massimo. Poi un po' di pressione fa parte del gioco". La prima presa di contatto con la KTM quindi è stata buona... "E' stata strana, mi sono dovuto adattare molto alla moto, che è davvero diversa dalla FTR. Alla fine però mi sono trovato davvero bene. Parlando di motore, la KTM non si può neanche paragonare alla Honda dell'anno scorso, perchè va più forte un po' in tutte le situazioni. Il telaio invece è più difficile, forse più da corsa, ma se ti abitui a guidarla è una moto che ti può permettere di fare grandi cose. La FTR era una moto più facile, ma forse anche perchè il motore spingeva meno". Parlando di obiettivi importanti, pensi di poterti inserire nella lotta per il Mondiale o ti accontenteresti di vincere qualche gara? "Intanto mi piacerebbe provare a vincere qualche gara, perchè non ci sono ancora riuscito. Se le cose iniziano a girare bene, è ovvio che poi gli obiettivi diventerebbero alti. Credo che lo scorso anno fossimo già pronti per fare dei risultati migliori, ma ci è mancata la moto. Quest'anno invece siamo pronti e se c'è da provare a vincere il Mondiale sicuramente non mi tiro indietro!". Negli ultimi anni hanno vinto praticamente solo gli spagnoli in Moto3: hanno qualcosa in più? Si possono battere? "Io penso che non abbiano niente più di noi. Conosco Rins e Marquez da quando siamo davvero piccoli ed ho sempre corso contro di loro. Nel campionato spagnolo, quando c'era anche Fenati, correvamo su piste che non conoscevamo e lottavamo sempre per il podio o per vincere. L'anno scorso semplicemente hanno fatto una scelta migliore per quanto riguarda la moto, ma credo che quest'anno ce la giocheremo più alla pari".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Piloti Niccolò Antonelli
Articolo di tipo Ultime notizie