Cortese: "Attualmente le FTR Honda sono molto forti"

Il pilota della KTM spera di riuscire a ridurre il gap in vista di Jerez

Cortese:
Dopo la pole position, probabilmente a Losail Sandro Cortese si sarebbe aspettato qualcosa in più del terzo posto dalla prima gara della storia della classe Moto3. Non tanto per il risultato finale, quanto per il distacco accumulato dai fuggitivi Maverick Vinales e Romano Fenati. Il portacolori della KTM è stato intervistato da MotoGp.com per fare il punto della situazione ad una settimana dal secondo appuntamento della stagione, a Jerez. Ecco la breve intervista che è stata pubblicata ieri sera sul sito ufficiale della serie: Pole e podio in Qatar, ma forse speravi di esser più vicino ai primi due... "È l’unica cosa che mi ha dato fastidio della prima gara. Dopo la pole position, salire sul podio va benissimo, ma perdere 18 secondi in gara da Viñales, praticamente 1 secondo al giro, mi da abbastanza fastidio. Però abbiamo lavorato sulla moto, tutti i giorni troviamo qualcosa da migliorare e per questo sono fiducioso per le prossime gare". Jerez è una pista più adatta a te o è più una questione di sviluppo della moto? "Per me si tratta più che altro di sviluppo della moto...Le cose cambiano da team a team e dipende chi riesce a mettere meglio a punto la moto. Ancora non sappiamo bene come funzioni questa categoria: Viñales potrebbe non essere così forte come a Losail, e al contrario noi potremmo essere molto più rapidi rispetto alla prima uscita. Il mio obiettivo è ovviamente salire sul podio e, perché no, lottare per la vittoria se possibile". Viñales è sicuramente un rivale per il titolo atteso, ti aspettavi un Fenati così forte? "Dopo i test IRTA me lo aspettavo. Attualmente le Honda FTR sono molto molto forti. Se riguardiamo il Qatar vediamo che anche Rossi, con la stessa moto, è andato molto forte. La moto sembra molto facile da guidare. Noi siamo decisamente a posto a livello di velocità di punta, ma ci manca qualcosa. Con il mio team e con Aki (Ajo) e la loro esperienza, se non a Jerez, ad Estoril e Le Mans saremo al massimo". Dopo la prima gara che impressione ti ha fatto la categoria Moto3? "È un po’ strana...Ci sono tanti piloti davanti che io, sinceramente, non mi aspettavo. La moto da guidare per me è più semplice: non è così aggressiva come una 125 anche se per essere veramente competitivi c’è da lavorare tanto". Tifoso del Bayern di Monaco, cosa scegli tra la Champions per la tua squadra e il titolo mondiale Moto3? "Ieri ero allo stadio, ho visto la partita ed è stata una bella emozione, ma tra la Champions League del Bayern e il titolo mondiale, scelgo il titolo Moto3!".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Piloti Sandro Cortese
Articolo di tipo Ultime notizie