Fenati sbanca Aragon: rimonta e poi batte Marquez!

Fenati sbanca Aragon: rimonta e poi batte Marquez!

Il contatto tra lo spagnolo e Miller nelle prime fasi però farà discutere: ora comanda Alex di 11 punti

L'incubo è finito per Romano Fenati: dopo un paio di gare davvero deludenti, che avevano portato anche all'uscita di Vittoriano Guareschi dallo Sky Racing Team VR46, il pilota italiano è tornato a mostrare tutto il suo talento a Motorland Aragon al termine di una gara della classe Moto3 poco adatta ai deboli di cuore, iniziata con la pista umida e tutti con le gomme slick.

Ancora una volta "Fenny" è stato bravissimo a gestire una volata finale, proprio come aveva già fatto anche al Mugello. Intelligentemente ha atteso di entrare sul lunghissimo rettilineo opposto alle spalle della Honda dell'idolo locale Alex Marquez, poi ha sfruttato la scia e lo ha sfilato con grinta all'esterno dell'ultimo curvone, precedendo sul traguardo lo spagnolo di 57 millesimi e firmando così la sua quarta vittoria stagionale, dopo una rimonta davvero incredibile resa necessaria da una partenza poco brillante (nei primi giri era addirittura 17esimo quando l'asfalto era più viscido).

Sicuramente però il fratellino d'arte avrà pensato anche alla classifica del campionato, perché questo secondo posto gli ha consentito di andare a prendere la vetta con 11 punti di margine su Jack Miller. Ma sicuramente la gara di oggi farà discutere perché tra i due c'è stato un contatto al quarto giro, che ha di fatto escluso il pilota della KTM. "Jackass" ha provato a resistere ad un attacco all'esterno del curvone che immette sul rettilineo di partenza, ma è finito ruote all'aria dopo un leggero contatto. I due comunque ne dovranno parlare con la direzione gara nel pomeriggio.

Tra le altre cose a rendere la vita più facile a Marquez ci ha pensato anche il suo compagno di squadra Alex Rins, che ad una decina di giri dal termine si è reso protagonista di un drittone alla curva 1, chiudendo quarto e portandosi così a 18 punti dalla vetta. Per lui comunque si tratta di una riduzione del gap, che dopo Misano era di 20 punti, anche se su Miller. E non è da escludere che la vittoria di oggi possa riaccendere le speranze di Fenati, anche se 41 punti rimangono tanti. Tra le altre cose, il successo di Romano è molto importante anche per la KTM, che ferma finalmente una lunga striscia vincente della Honda.

Con tutte queste cose da raccontare, stavamo quasi rischiando di sminuire la grande prova di Danny Kent, che ha regalato il podio all'Husqvarna, facendo da terzo incomodo nel duello tra Fenati e Marquez praticamente fino all'ultima curva. La top five si completa poi con Jakub Kornfeil, seguito da un Enea Bastianini dal quale forse ci si attendeva qualcosina in più. Evidentemente il pilota del Team Gresini non è riuscito a trovare il giusto feeling con le condizioni di oggi. Buona poi anche la prova di Niccolò Antonelli, nono nonostante una clavicola operata da pochi giorni. Peccato invece per John McPhee, caduto quando sembrava poter dire la sua nella lotta per il podio.

Non è stata una gara fortunata per gli altri italiani: solamente Andrea Locatelli e Francesco Bagnaia hanno infatti visto la bandiera a scacchi, entrambi fuori dalla zona punti, con il portacolori dello Sky Racing Team VR46 che ha chiuso addirittura doppiato.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Piloti Alex Marquez , Danny Kent , Romano Fenati
Articolo di tipo Ultime notizie