Fenati recupera ben 26 posizioni in gara in Argentina

Fenati recupera ben 26 posizioni in gara in Argentina

Rimonta rabbiosa del pilota dello Sky Racing Team VR46, che ha chiuso ottavo e miglior italiano

Strepitosa rimonta di ben 26 posizioni e ottavo posto finale per Romano Fenati al Gran Premio d’Argentina. In gara, il pilota dello Sky Racing Team VR46, partito dall’ultima fila, è riuscito ad attaccarsi al treno di testa a pochi minuti dal via. Sorpasso dopo sorpasso, con una staccata finale che gli è valsa l’ottava posizione, è riuscito a terminare anche stavolta tra i primi 10.

Il risultato fa seguito a un brutto episodio accaduto al warm up, per il quale Fenati ha chiesto scusa subito dopo la gara. Nella sessione di prova che ha preceduto la partenza, infatti, Romano è entrato in conflitto con Niklas Ajo. Inevitabile la sanzione Dorna: partenza dall’ultima fila e 3 punti sul carnet personale.

Andrea Migno chiude al 17esimo posto, in difficoltà a causa del calo gomme. Dopo una buona partenza non è riuscito a rientrare nel gruppo dei primi 15, ma confida già nella prova di Jerez.

Pablo Nieto, team manager: "Prima di tutto dobbiamo chiedere scusa a Niklas, un episodio come questo non dovrebbe mai succedere, neanche quando c’è di mezzo tanta adrenalina. Abbiamo sbagliato, ma l’aspetto più importante è che Romano abbia riconosciuto il proprio errore chiedendo scusa. Dall’altra parte, la gara è stata molto bella, Romano partiva ultimo ed è finito tra i primi 10. Posso fargli solo i miei complimenti, anche se mi dispiace perché se fossimo partiti dalla terza fila forse avremmo finito più avanti. Andrea ha fatto una buona gara, ma non ha avuto molta fortuna con la gomma, che cominciava a scivolare. Non ha potuto chiudere anche stavolta tra i primi 15, ma ci possiamo lavorare. Lui lo sta facendo molto bene, anche in ottica Jerez, una pista che già conosce. Per lui era la prima volta in Argentina e credo che possa dirsi soddisfatto per com’è andata nel complesso".

Romano Fenati: "E’ stata una grande gara, con una rimonta incredibile. Ma al warm up ho sbagliato, riconosco di aver esagerato e mi dispiace per quanto successo. Innanzitutto mi scuso con Ajo e con il suo team. Ma chiedo scusa anche al mio, che ha lavorato bene per tutto il weekend e sicuramente non meritava di partire ultimo. Cercheremo di migliorare anche dal punto di vista della “testa”. È stato un passo falso che abbiamo pagato, ma la moto era a posto e sono riuscito a venire su molto forte, di questo sono davvero contento. Abbiamo un bel pacchetto da cui ripartire per Jerez. La gara è stata sempre un po’ a rischio perché abbiamo finito le gomme alla metà dei giri totali. Ho avuto la meglio all’ultima staccata e ne sono felice. Ripartiamo dalla prestazione di oggi e da questa ottava posizione per crescere ancora grazie al duro lavoro e al gioco di squadra".

Andrea Migno: "Avrei potuto fare molto di più, peccato per la gomma, che è calata a metà gara. Abbiamo lavorato davvero tanto in questo weekend, costruendo una buona base per ripartire con convinzione dal prossimo appuntamento di Jerez, una pista che già conosco".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Piloti Romano Fenati , Andrea Migno
Articolo di tipo Ultime notizie