Progressi significativi a Jerez per il Team Italia

Progressi significativi a Jerez per il Team Italia

I primi rimangono lontani, ma Ferrari e Locatelli iniziano a capire meglio la Mahindra

A pochi giorni dal primo round della stagione 2014 in programma a Losail (Qatar) il 20-23 marzo prossimi, il San Carlo Team Italia a Jerez de la Frontera ha preso parte alla conclusiva sessione di Test IRTA ufficiali del Mondiale Moto3. In una tre-giorni di prove mitigata da condizioni climatiche favorevoli, la "entry class" del Motomondiale ha proposto una classifica "corta" con 18 piloti racchiusi in 1" capeggiata da Jack Miller (KTM), autore nella giornata di mercoledì 13 marzo del miglior crono in 1'46"259. Equipaggiati per la prima volta dai propulsori Mahindra 2014, i portacolori del San Carlo Team Italia, Andrea Locatelli e Matteo Ferrari, hanno concretizzato significativi ed incoraggianti progressi proprio nella terza e conclusiva giornata di attività in Andalusia. L'ottimo lavoro svolto dalla compagine diretta da Virginio Ferrari ha permesso ad Andrea Locatelli, soltanto al secondo test in carriera a Jerez, di dar vita ad una rimarchevole progressione sul piano cronometrico di ben 2" nell'arco dei tre giorni, impreziosita nel finale da un miglior riferimento in 1'48"186 dopo 109 giri (pari a 482 chilometri) compiuti. Tanto lavoro e positive sensazioni anche per Matteo Ferrari, autore di un best lap personale in 1'48"265, vantando ben 143 giri all'attivo (ben 632 chilometri completati) in sella alla propria Mahindra MGP3O e riscontri convincenti sul passo gara. Con la soddisfazione per i progressi maturati a Jerez, il San Carlo Team Italia si presenterà settimana prossima al Losail International Circuit per il primo di diciotto round del Mondiale Moto3 2014 con l'obiettivo di sempre: far crescere i giovani talenti del motociclismo italiano. Andrea Locatelli: "Sono contento. Siamo partiti non benissimo con diverse scivolate ed il fatto di ritrovarci così indietro, ma nell'arco dei tre giorni abbiamo lavorato bene, migliorando i nostri tempi giro dopo giro. Il motore Mahindra 2014 ci ha senza dubbio dato una mano, ma questi progressi sono il frutto del lavoro svolto con tutta la squadra trovando una buona messa a punto. Guardando alla classifica è vero che siamo a 2" dai primi, ma a soltanto 1" dalle altre Mahindra che resta il mio "target" quest'anno all'esordio nel Mondiale. Adesso andiamo in Qatar fiduciosi perchè, qui a Jerez, siamo riusciti a trovare la direzione giusta". Matteo Ferrari: "Con i motori 2014 in quest'ultima giornata di Test siamo riusciti a realizzare dei significativi passi avanti. Il nuovo propulsore Mahindra ci ha permesso di migliorare subito pronti-via i nostri tempi. Le sensazioni sono buone: il motore "spinge" di più, ci resta soltanto da affinare la messa a punto della ciclistica. Complessivamente sono contento, grazie a questa promettente conclusione dei test ci presenteremo in Qatar con fiducia. Ci sarà ancora del lavoro da svolgere per tirar fuori tutto il potenziale della nostra moto, ma le premesse sono buone". Virginio Ferrari: "Lasciamo Jerez con la consapevolezza di aver concretizzato significativi progressi proprio nell'ultima giornata di prove. Questa mattina abbiamo provato per la prima volta i motori Mahindra 2014: dopo un turno di rodaggio, soltanto l'aver potuto disporre dei nuovi propulsori ha permesso a Matteo e Andrea di migliorare i rispettivi riferimenti cronometrici di 1". Questo ci ha resi senza dubbio più "sollevati" pensando al prosieguo della stagione. Per la prima gara dobbiamo soltanto rifinire dei dettagli di messa a punto della ciclistica, così da avere le idee più chiare per consentire ai nostri piloti di esprimersi al meglio e proseguire nel percorso di crescita per tutto l'arco della stagione 2014".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Piloti Andrea Locatelli , Matteo Ferrari
Articolo di tipo Ultime notizie