Ferrari: "Ho soltanto un po' di dolore alla schiena"

Il portacolori del San Carlo Team Italia è stato vittima di una caduta davvero brutta, ma se l'è cavata bene

Ferrari:

In un'inaugurale giornata di attività del Mondiale Moto3 a Phillip Island che ha riproposto l'idolo di casa Jack Miller (KTM) in 1'37"033 al comando della graduatoria dei tempi, il San Carlo Team Italia ha vissuto una giornata con due facce: da una parte la soddisfazione per il buon potenziale espresso da Andrea Locatelli, dall'altra la legittima preoccupazione per Matteo Ferrari, sfortunato protagonista di un violento highside nel corso della seconda sessione di prove libere.

In piena percorrenza della veloce curva 11 "Bigin" è stato inavvertitamente sbalzato in aria dalla propria Mahindra, ritrovandosi senza alcun preavviso a terra. Nell'impatto il Campione europeo Moto3 2012 ha subito un colpo alla schiena, non ha mai perso conoscenza e, fortunatamente, gli approfonditi controlli eseguiti dal personale medico del Centro Medico hanno scongiurato alcun tipo di conseguenza. Matteo potrà pertanto risalire in sella alla propria MGP3O #3 domattina nella terza sessione di prove libere in programma a partire dalle 10:00 locali.

Tirato un sospiro di sollievo per Ferrari, il San Carlo Team Italia con Andrea Locatelli (Mahindra MGP3O #55) ha avvicinato il proprio gruppo di riferimento ritrovandosi a soltanto 1"2 dalla prima posizione. Seppur ventitreesimo nella graduatoria combinata dei tempi, all'indomani dei festeggiamenti per il suo diciottesimo compleanno "Loka" ha dato prova del proprio valore all'esordio assoluto sul tracciato australiano.

Andrea Locatelli: "Come inizio non c'è male. Phillip Island è un circuito impegnativo da imparare dopo soli due turni, mi conforta il fatto che siamo già a poco più di 1" dalle primissime posizioni e a pochi decimi dai piloti della top-15. C'è ancora del lavoro da fare, ma rispetto a Motegi l'inizio è stato incoraggiante e ci lascia ben sperare per ben figurare domani e, soprattutto, domenica in gara".

Matteo Ferrari: "Davvero una brutta caduta. In quel momento stavamo provando la posteriore 'H' (mescola più dura a disposizione, ndr): ho forzato un attimo in percorrenza della 11 e, senza preavviso, mi sono ritrovato a terra in seguito ad un highside. Per fortuna non mi sono fatto nulla e ho già superato tutti i controlli medici per poter risalire in sella domattina. Avverto soltanto un pò di dolore alla schiena, ma per il resto tutto ok".

Virginio Ferrari (Responsabile Piloti - San Carlo Team Italia Moto3): "Sfortunatamente questa giornata è stata inficiata nel suo bilancio complessivo dalla caduta di Matteo, ma anche questo fa parte del suo percorso di crescita e formazione agonistica. La buona notizia è che non si sia fatto nulla e domani, così come Andrea, potrà riconfermare i riscontri incoraggianti emersi nel corso dei due turni di prove".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Piloti Andrea Locatelli , Matteo Ferrari
Articolo di tipo Ultime notizie