Chiarimento sulla caduta di Fenati nelle Libere 2

Chiarimento sulla caduta di Fenati nelle Libere 2

Il Team Italia FMI si è assunto la responsabilità per la "saponetta" persa dal suo pilota

Il Coordinatore nazionale della velocità e responsabile del Team Italia FMI, Alfredo Mastropasqua, interviene sulla caduta di Romano Fenati nella giornata di venerdì sul circuito di Misano nel corso della seconda sessione di Prove Libere. "Precisiamo che la caduta di Romano Fenati nel giro di rallentamento al termine delle FP3 è occorsa solo ed esclusivamente per responsabilità del team. Le condizioni meteo in miglioramento a nove minuti dal temine delle prove, hanno asciugato la pista. Abbiamo richiamato al box Fenati per sostituire gli pneumatici e tentare di ottenere la pole (cosa che, peraltro, è accaduta)" ha spiegato Mastropasqua. "Il pilota, al fine di aver maggior confidenza in curva, ha richiesto un doppio slider che è stato montato da personale del team. Non abbiamo chiamato il racing service Dainese, poiché non vi erano i tempi tecnici visto l'esiguo numero di minuti che mancavano alla fine del turno. E' giusto il caso di evidenziare che la caduta di Fenati è stata molto spettacolare, ma senza conseguenze di rilievo per il pilota e la moto" ha concluso.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Piloti Romano Fenati
Articolo di tipo Ultime notizie