Ferrari: "Ad Austin voglio andare in zona punti"

Il portacolori del San Carlo Team Italia crede di essere cresciuto in gara. 26esimo il rookie Bezzecchi

Ferrari:

Va in archivio con riscontri incoraggianti il primo Gran Premio stagionale del San Carlo Team Italia nel Mondiale Moto3. In una contesa che ha proposto sul gradino più alto del podio Alexis Masbou (Honda), i portacolori della Federazione Motociclistica Italiana sono stati artefici di una gara vissuta in rimonta frutto della loro grinta e determinazione.

Scattato dalla trentesima casella (decima fila), Matteo Ferrari ha recuperato terreno fino alla ventunesima posizione finale. Più che il piazzamento in sé, "Bigin" lascia Losail con una fiducia ritrovata ed un feeling migliore con la propria Mahindra MGP3O, di buon auspicio per il prosieguo della stagione. Convincente prestazione anche da parte di Marco Bezzecchi. All'esordio nel Motomondiale, il giovane riminese si è messo in mostra vincendo diversi confronti diretti nell'arco della contesa con piloti di comprovata esperienza transitando sul traguardo in ventiseiesima posizione.

Concluso questo suo debutto nel Motomondiale Bezzecchi tornerà ora a concentrarsi sul suo prioritario programma nel CIV Moto3 mentre il San Carlo Team Italia, a partire dal round di Austin (10-12 aprile), affiderà la seconda Mahindra MGP3O al titolare Stefano Manzi il quale ha compiuto proprio oggi 16 anni, l'età minima prevista dal regolamento FIM.

Matteo Ferrari: "Oggi siamo andati abbastanza bene rispetto alle prove. Il passo è stato piuttosto veloce e questo mi ha permesso di recuperare posizioni, ritrovandomi non così distante dal nostro gruppo di riferimento. Forse riuscendo a mantenere un ritmo più competitivo all'avvio la zona punti sarebbe stata alla nostra portata, su questo lavoreremo per le prossime gare. Archiviamo questo weekend con diversi riscontri incoraggianti: abbiamo raccolto dati, non ho commesso errori, ho portato a termine la gara e questa è la base su cui ripartire. C'è chiaramente ancora da lavorare, ma fisicamente sto bene e con il team l’intesa è ottima: ad Austin l’obiettivo è la zona punti".

Marco Bezzecchi: "Mi sono divertito tantissimo oggi. Peccato per il piazzamento finale perchè, ne son convinto, potevo stare più avanti. Al via ero nel gruppetto di Matteo, sfortunatamente ho poi commesso un piccolo errore: sono finito lungo e, per evitare un altro pilota caduto davanti a me, ho perso altro tempo. A quel punto son ripartito ritrovandomi insieme a Tonucci e Rodrigo, con loro ho ingaggiato un bel confronto con tanti sorpassi. In questa gara ho imparato tantissimo, resta un'esperienza formidabile che mi servirà per il futuro. Ringrazio il San Carlo Team Italia e la Federazione Motociclistica Italiana per questa opportunità, il pensiero adesso è già alle prime gare del CIV".

Cristiano Migliorati (Direttore Sportivo - San Carlo Team Italia Moto3): "Il risultato chiaramente non ci soddisfa, ma siamo riusciti sul passo a contenere il nostro svantaggio rispetto al leader di gara a sostanzialmente 2 secondi a giro: un distacco abbastanza contenuto, considerata la lunghezza del tracciato. Questo rappresenta il primo mattoncino su cui costruire qualcosa da qui in avanti per ridurre il gap dai primi e dalla zona punti che resta il nostro principale obiettivo. I nostri ragazzi oggi hanno dato il massimo: Matteo è rimasto "imbottigliato" nel suo gruppetto, a quel punto correre "in bagarre" non è mai facile. Marco ha ben impressionato riuscendo a vincere il suo duello personale con Rodrigo: una bella iniezione di fiducia per il prosieguo della sua carriera e l'imminente inizio di stagione nel CIV".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Piloti Matteo Ferrari , Marco Bezzecchi
Articolo di tipo Ultime notizie