Il Sachsenring evoca grandi ricordi a Ferrari e Manzi

condividi
commenti
Il Sachsenring evoca grandi ricordi a Ferrari e Manzi
Redazione
Di: Redazione
07 lug 2015, 19:32

Matteo lo scorso anno chiuse nono la gara della Moto3, Stefano fu tra i protagonisti della Rookies Cup

Secondo tradizione sarà il circuito del Sachsenring (Germania) nel fine settimana del 10-12 luglio prossimi ad ospitare l'ultimo appuntamento del Mondiale Moto3 prima della pausa estiva. Un'opportunità per il San Carlo Team Italia di archiviare, possibilmente con risultati degni di nota, una prima parte di stagione vissuta tra alti e bassi, ma con la consapevolezza di poter contare su di un potenziale velocistico all'altezza per ambire a traguardi in linea con le aspettative iniziali, portando a compimento la missione del "Progetto Team Italia" della Federazione Motociclistica Italiana.

Sulla carta il Sachsenring offrirà ai piloti della compagine federale un'occasione importante di dar prova del proprio valore, vantando sui 3.671 metri del circuito tedesco trascorsi a dir poco favorevoli. Questo il caso di Matteo Ferrari, proprio con il San Carlo Team Italia protagonista di un gran weekend lo scorso anno culminato con il 9° posto finale in qualità di miglior pilota italiano sul traguardo.

Un precedente che testimonia come determinati risultati siano alla portata di squadra e piloti, tesi ribadita dalla crescita evidenziata in più circostanze negli otto round sin qui andati in archivio dall'esordiente Stefano Manzi. In zona punti quest'anno a Le Mans, il sedicenne pilota riminese al Sachsenring è stato tra i grandi protagonisti nell'ultimo triennio vissuto nella Red Bull MotoGP Rookies Cup conquistando ben quattro podi (2° in Gara 2 nel 2012, 2° e 3° nelle due manche del 2013, 3° in Gara 1 lo scorso anno) nelle sei gare disputate, più volte ritrovandosi in piena corsa per la vittoria.

Cristiano Migliorati (Direttore Sportivo - San Carlo Team Italia Moto3): "Dopo i risultati certamente al di sotto le nostre aspettative delle ultime gare ci presentiamo al Sachsenring con una ragionevole dose di ottimismo. Su questo tracciato Matteo Ferrari lo scorso anno ottenne una prestazione convincente culminata un buon piazzamento nella top-10 in gara, segno che il circuito è particolarmente congeniale al suo stile di guida. Posso dire lo stesso anche di Stefano Manzi, conosce bene questa pista dove ha sempre fatto bene nella Red Bull MotoGP Rookies Cup. Inoltre la Mahindra si è sempre rivelata una moto particolarmente competitiva al Sachsenring, pertanto questi precedenti favorevoli dovrebbero farci ben sperare per il fine settimana. A mio avviso il Sachsenring è un circuito dove possono emergere più del solito le doti dei piloti: non ci sono rettilinei importanti, ma tante curve dove si può avere quel margine per dar prova del proprio valore. Il livello della Moto3 quest'anno è elevatissimo, ma cercheremo di dire la nostra per mettere a segno un "colpo di reni" prima della pausa estiva".

Prossimo articolo Moto3
Tonucci: "Il Sachsenring non è tra i miei preferiti"

Previous article

Tonucci: "Il Sachsenring non è tra i miei preferiti"

Next article

Bastianini: "Lavoreremo sodo in ottica gara"

Bastianini: "Lavoreremo sodo in ottica gara"

Su questo articolo

Serie Moto3
Piloti Matteo Ferrari , Stefano Manzi
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie