Dalla battaglia di Le Mans esce ancora Jack Miller

Dalla battaglia di Le Mans esce ancora Jack Miller

Terza vittoria stagionale e allungo su Fenati che finisce ko. Quarto un super Bagnaia dietro a Rins e Vinales

La Moto3 è tornata a regalare uno spettacolo clamoroso nella gara di Le Mans, quinto appuntamento iridato del 2014. 24 giri di pura adrenalina con una sequenza infinita di sorpassi. E quando il gioco si fa duro, Jack Miller sale in cattedra: oggi le Honda sembravano il punto di riferimento, ma nel finale il leader della classifica iridata ha fatto valere tutta la sua grinta, conquistando la sua terza vittoria stagione. Un colpo importante anche in ottica campionato, perché Romano Fenati è stato costretto al ritiro da un problema tecnico patito dalla sua KTM ed ora quindi ha visto salire a ben 30 lunghezze il suo distacco in classifica, pur essendo ancora secondo. Un peccato per il portacolori dello Sky Racing Team 46, che aveva sfoderato una bella rimonta per riportarsi nel trenino di testa dopo una partenza non troppo brillante. Miller invece ha avuto il merito di non arrendersi mai, neanche quando un attacco al limite di Efren Vazquez aveva permesso ad Alex Rins di scappare nella parte centrale della corsa. La fuga del vice-campione del mondo però non è durata troppo, perchè nell'arco di pochi giri tutto il gruppone si è rimesso nella scia della sua Honda, con ben nove piloti tutti attaccati ed in grado di battagliare per la vittoria. Ad un certo punto sembrava però che fossero proprio lo spagnolo e Vazquez ad avere le carte migliori da giocarsi per la vittoria, ma non avevano fatto i conti con "Jackass", che a due giri dalla fine ha rotto gli indugi, con un doppio sorpasso spettacolare alla curva 6. Poi ha resistito colpo su colpo a tutti i controattacchi, in particolare non si è risparmiato alla curva 9 all'ultimo giro, quando Vazquez lo ha attaccato all'esterno, beccandosi anche una carenata senza troppi complimenti. L'australiano quindi si è presentato sul traguardo davanti a tutti, regalando la quinta vittoria consecutiva alla KTM (in questa stagione non hanno ancora vinto gli spagnoli) e precedendo Rins ed Isaac Vinales, che quindi ha conquistato il primo podio della sua carriera. Peccato per Francesco Bagnaia, che ci è arrivato davvero ad un soffio, provando anche ad attaccare lo spagnolo all'ultima curva. Per "Pecco", che ha realizzato anche il giro più veloce della gara, si tratta di un altro passo avanti fondamentale per la sua crescita. La top five poi si completa con Alex Marquez, mentre Vazquez ha pagato a caro prezzo il suo azzardo finale, precipitando addirittura al sesto posto, davanti ad uno strepitoso Enea Bastianini, che di gara in gara sta alzando l'asticella del suo limite: oggi il podio era lontano meno di un secondo e questo è un risultato clamoroso per un ragazzo appena alla sua quinta gara sulla scena iridata. Gara sfortunata per gli altri italiani: detto del ritiro di Fenati, anche la prova di Niccolò Antonelli ed Alessandro Tonucci è durata appena pochi giri, concludendosi con due cadute. Un altro zero che rischia di aver ripercussioni negative per il pilota del Team Gresini. Al traguardo invece Matteo Ferrari e Michael Ruben Rinaldi, ma i due portacolori del San Carlo Team Italia si sono dovuti accontentare del 21esimo e del 23esimo posto.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Piloti Jack Miller , Alex Rins , Isaac Viñales
Articolo di tipo Ultime notizie