Tonucci: "Il motore si è spento più volte"

Il pilota italiano si è piazzato 21esimo ad Austin, nonostante i problemi incontrati dalla sua Mahindra

Tonucci:

Cielo scuro, nebbiolina: si temeva la pioggia; è stata invece la foschia a minacciare la domenica valida per il Gp delle Americhe. In Moto3, ha costretto a ritardare la partenza del warm-up; poi, la gara ha invece sciorinato il solito confronto spumeggiante ed avvincente. Sotto il profilo del risultato, i ragazzi dell'Outox team non hanno avuto troppa fortuna: hanno comunque continuato nel lavoro per costruire la stagione.

Alessandro Tonucci, 21esimo: "Il motore si è spento più volte. Non so dirne il motivo; è successo fin dalle prime battute. E' stato davvero un weekend nato storto".

Darryn Binder, ritirato: "Non una grande partenza, devo dire. Già nel primo giro, però, ho recuperato diverse posizioni, ed altre ne stavo guadagnando nel corso del secondo. Quasi al termine della tornata, ho sfiorato una zona d'asfalto umida. Sono finito fuori dalla traiettoria ideale, piombando in un tratto decisamente bagnato. E sono caduto. Mi spiace. Rimedierò in Argentina".

Fiorenzo Caponera, Team Manager: "Un circuito che non poteva esserci favorevole, per diversi motivi. Ed abbiamo avuto anche un po' di sfortuna: a Tonucci non gliene è andata dritta una, ed ha avuto problemi tecnici; Darryn ha pagato caro un minimo errore di traiettoria: è finito sul una chiazza di umidità. L'Argentina potrebbe essere più favorevole, ma aspettiamo soprattutto l'Europa, quando potremo tornare a lavorare".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Piloti Darryn Binder , Alessandro Tonucci
Articolo di tipo Ultime notizie