Pole e record per Kent, ma Locatelli centra la prima fila

Pole e record per Kent, ma Locatelli centra la prima fila

La griglia di Austin avrà quattro italiani nelle prime tre file: Antonelli quarto, Bastianini ottavo e Bagnaia nono

Danny Kent è stato l'assoluto dominatore delle qualifiche del Gp di Austin della Moto3, ma la notizia più interessante di oggi è che nelle prime tre file dello schieramento di partenza della tappa texana ci saranno ben quattro piloti italiani.

Il britannico del Leopard Racing ha piazzato uno strepitoso 2'15"344, facendo segnare il nuovo primato della pista e staccando di ben 485 millesimi il diretto inseguitore, che è stato il portoghese Miguel Oliveira con la KTM ufficiale. La sensazione, dunque, è che abbia tutto per provare a scappare nella corsa di domani

La grande sorpresa però è senza ombra di dubbio la definitiva esplosione di Andrea Locatelli: il suo primo piazzamento a punti in Qatar sembra aver permesso al portacolori del Team Gresini di fare un click a livello mentale e qui in Texas è sempre stato velocissimo, quindi sembra poter essere un protagonista anche domani.

Un bravo comunque se lo merita anche Niccolò Antonelli, che si è visto soffiare la prima fila praticamente a tempo scaduto, quando Oliveira si è portato in seconda posizione sfruttando un paio di scie. In ogni caso l'obiettivo che la Ongetta Rivacold aveva fissato per lui era stare nelle prime due file, quindi siamo perfettamente in linea.

A dividerla con lui ci saranno le due Honda del Team Estrella Galicia con Jorge Navarro e Fabio Quartararo, che anche qui, su un'altra pista che non conosceva, sembra poter lottare con i migliori. La terza fila si apre poi con la Husqvarna di Isaac Vinales, seguita però dal tandem tricolore composto da Enea Bastianini e da Pecco Bagnaia, migliore tra i piloti Mahindra.

Completa la top ten il leader della classifica iridata Alexis Masbou, mentre purtroppo Romano Fenati ha accusato un problema tecnico proprio nei minuti conclusivi e si ritrova relegato in 19esima piazza. Poco più indietro, 22esimo, troviamo Andrea Migno, con la coppia del San Carlo Team Italia in 24esima e 25esima piazza (Matteo Ferrari è davanti al rookie Stefano Manzi). Il quadro dei nostri si completa poi con Alessandro Tonucci 26esimo.

Il derby femminile è stato invece vinto da Maria Herrera, che non solo si è messa dietro Ana Carrasco, ma pure Philipp Oettl e Darryn Binder. Da segnalare anche un paio di incidenti, fortunatamente senza conseguenze per i piloti: a terra sono finiti Niklas Ajo, Livio Loi, John McPhee ed Hiroki Ono.

Curioso l'incidente tra Loi e McPhee, che si sono centrati mentre erano entrambi voltati in attesa di un treno a cui agganciarsi. Ono invece ha provocato la bandiera rossa, perché era rimasto a terra in mezzo alla pista. Tuttavia, una volta arrivati i commissari, è riuscito a lasciare il luogo dell'incidente sulle sue gambe.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Piloti Andrea Locatelli , Danny Kent , Miguel Oliveira
Articolo di tipo Ultime notizie