Austin, Libere 1: Antonelli incontenibile sul bagnato

condividi
commenti
Austin, Libere 1: Antonelli incontenibile sul bagnato
Di: Matteo Nugnes
10 apr 2015, 17:36

Nicco ha rifilato otto decimi a Kent ed oltre due secondi ad un ottimo Locatelli. Indietro gli altri italiani

Dopo il grande ritardo accumulato per la presenza di un numero insufficiente di commissari in pista, sono stati i piloti della Moto3 ad aprire ufficialmente il weekend di Austin del Motomondiale, andando in pista sotto ad una pioggia piuttosto battente.

Nonostante le condizioni piuttosto difficili, Niccolò Antonelli ha dimostrato ancora una volta di essere voglioso di lasciare il segno in questa stagione: il pilota della Ongetta Rivacold è stato il più veloce, spingendo la sua Honda fino ad un crono di 2'31"668 con cui ha distanziato di ben 880 millesimi il diretto inseguitore Danny Kent sulla Honda del Leopard Racing.

Continua a stupire anche Andrea Locatelli, terzo con la Honda del Team Gresini, ma ad oltre due secondi dal battistrada, a riprova della grande prova sfoderata da quest'ultimo. La top five poi si completa con Efren Vazquez e Zulfahmi Khairuddin, che quindi è stato il migliore tra i piloti della KTM.

Bisogna scorrere la classifica invece fino alla settima piazza, alle spalle anche di Jakub Kornfeil e della Husqvarna di Isaac Vinales, per trovare la miglior Mahindra, che è quella di Jorge Martin. Dietro di lui poi vanno a chiudere il quadro delle prime dieci posizioni Niklas Ajo ed il rookie Fabio Quartararo, che quindi sembra pronto per fare bene anche sul bagnato.

Purtroppo sono piuttosto indietro gli altri italiani: se da una parte è buono il 15esimo tempo dell'esordiente assoluto Stefano Manzi, lo stesso non si può dire per il 19esimo di Romano Fenati, che comunque non ha mai gradito la pioggia più di tanto. Tutti nelle retrovie invece gli altri, con Enea Bastianini, Francesco Bagnaia, Andrea Migno e Matteo Ferrari nell'ordine tra la 25esima e la 28esima piazza. 30esimo invece Alessandro Tonucci.

Da segnalare il ritorno in pista di Ana Carrasco, che aveva saltato il Qatar a causa di una clavicola fratturata, ma anche diverse cadute, fortunatamente tutte senza conseguenze. A farne le spese sono stati Karel Hanika, Juanfran Guevara e Tatsuki Suzuki.

Prossimo articolo Moto3
Austin, Libere 2: Masbou beffa Locatelli allo scadere

Previous article

Austin, Libere 2: Masbou beffa Locatelli allo scadere

Next article

Pochi commissari in pista: c'è un ritardo di 50 minuti

Pochi commissari in pista: c'è un ritardo di 50 minuti

Su questo articolo

Serie Moto3
Piloti Andrea Locatelli , Danny Kent , Niccolò Antonelli
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie