Manzi: "L'attesa è finita, in Texas posso esordire!"

condividi
commenti
Manzi:
Redazione
Di: Redazione
08 apr 2015, 11:00

Il nuovo pilota del San Carlo Team Italia ha saltato il Qatar perchè non aveva ancora compiuto 16 anni

Manzi:

Archiviato il primo appuntamento stagionale disputatosi a Losail lo scorso 29 marzo, il San Carlo Team Italia vola negli Stati Uniti per affrontare il secondo round del Mondiale Moto3 2015. Da tre stagioni teatro del “Grand Prix of the Americas”, il COTA (acronimo di “Circuit of the Americas”) situato nei pressi di Austin rappresenta per la compagine federale un’opportunità di proseguire nella strada intrapresa in Qatar con il chiaro intento di scalare ulteriori posizioni in classifica.

Alla sua seconda stagione da portacolori del San Carlo Team Italia, Matteo Ferrari punta ad accrescere il feeling con la propria Mahindra MGP3O 2015 partendo dai riscontri incoraggianti evidenziati nel corso del weekend di Losail. Protagonista di una rimonta in gara dopo esser scattato dalla decima fila dello schieramento, il Campione europeo Moto3 2012 confida nelle potenzialità della squadra per iniziare, con il piglio giusto, il fine settimana.

Accanto a Ferrari, la trasferta di Austin sancisce il debutto ufficiale di Stefano Manzi in un weekend di gara del Motomondiale. Il giovane pilota riminese, costretto a saltare la prova di Losail in quanto ha compiuto 16 anni (l’età minima prevista dal regolamento vigente FIM) soltanto lo scorso 29 marzo, si mostra a dir poco impaziente di esordire nella serie iridata, vantando su questo tracciato i riferimenti acquisiti nei suoi recenti trascorsi nella Red Bull MotoGp Rookies Cup (stagione 2013).

Matteo Ferrari: "A Losail siamo riusciti a portare a termine la gara con sensazioni positive. Non è stato un weekend certamente facile, ma abbiamo trovato conferme per quanto concerne le potenzialità della moto. Fisicamente sto bene, il lavoro di preparazione fisica compiuto nel corso dell’inverno ha dato i suoi primi frutti in Qatar dove non accusato la benchè minima fatica nel corso del fine settimana e sulla distanza di gara. Questo è un segnale positivo per presentarsi nel miglior modo possibile per Austin e lavorare bene con tutta la squadra, dando seguito ai riscontri incoraggianti evidenziati nella pre-season".

Stefano Manzi: "L’attesa è finita e finalmente in Texas potrò esordire nel Motomondiale. Ho tanta voglia di scender in pista ed iniziare questo mio percorso con il San Carlo Team Italia e con la Federazione Motociclistica Italiana che mi supporta sin da quando correvo nelle MiniGp. Il circuito di Austin lo conosco, ci ho già corso nella Rookies Cup, ma di fatto dovrò ricominciare da zero confrontandomi una realtà per me nuova come il Mondiale. Cercherò di imparare il più possibile e lavorare bene con la squadra, questo sarà il mio obiettivo per il fine settimana".

Cristiano Migliorati (Direttore Sportivo - San Carlo Team Italia Moto3): "Dopo il Qatar in squadra abbiamo analizzato i nostri errori cercando di trovare una soluzione a cosa non ha effettivamente funzionato nell’arco del fine settimana. Questa disanima ci è servita e siamo pronti per affrontare il round di Austin con rinnovata fiducia e convinzione dei nostri mezzi. La Mahindra è una moto performante, pertanto lavoreremo senza soste nel weekend per centrare la zona punti che resta il nostro principale obiettivo. Prima di Austin desideriamo ringraziare nuovamente Marco Bezzecchi per la sua “supplenza” in Qatar, ripartiremo in Texas con la formazione tipo formata da Matteo Ferrari e Stefano Manzi, due piloti giovani, di talento e motivati a dare il massimo. Matteo sta ritrovando il feeling congeniale con la moto, mentre per Stefano sarà il debutto assoluto nel Motomondiale. Lo accompagneremo in questo suo esordio senza mettergli alcun tipo di pressione addosso, cercando di svolgere il miglior lavoro possibile per aiutarlo in questo suo percorso di crescita".

Prossimo articolo Moto3
Pochi commissari in pista: c'è un ritardo di 50 minuti

Previous article

Pochi commissari in pista: c'è un ritardo di 50 minuti

Next article

Bastianini: "Carichi e fiduciosi in vista di Austin"

Bastianini: "Carichi e fiduciosi in vista di Austin"

Su questo articolo

Serie Moto3
Piloti Matteo Ferrari , Stefano Manzi
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie