Fenati: "La troppa foga mi ha portato a sbagliare"

Romano si prende le sue responsabilità per gli errori di Assen, ma il Mondiale è ancora apertissimo

Fenati:

Romano Fenati non perde il sorriso neanche in una giornata storta come quella di oggi: l'italiano aveva un passo fenomenale, come testimoniato dal nuovo record della pista, ma con un dritto ed una caduta ha rovinato la sua corsa, chiudendo solo 18esimo nel Gp d'Olanda. Un risultato che gli ha impedito di sfruttare il contemporaneo ritiro di Jack Miller, dal quale rimane distanziato di 7 punti, ma che lo ha anche visto riagganciare da Alex Marquez.

Il portacolori dello Sky Racing Team VR46 comunque si è preso le sue responsabilità: "Al primo giro ho fatto un lungo all'ultima chicane. Forse ho frenato un po' troppo avanti o forse gli altri hanno frenato prima del solito. Fatto sta che ho rischiato di prendere Masbou e sono dovuto andare largo per non tirarlo giù. Sono finito 31esimo, ma poi ho rimontato fino ad arrivare al secondo gruppetto, ma la troppa foga mi ha portato a sbagliare. Colpa mia, infatti mi sono scusato con tutta la squadra. Potevo aspettare un attimo nel gruppetto e superare con calma prima di riprendere il mio passo".

Per il Mondiale comunque la lotta resta apertissima: "Nel Mondiale comunque ce la giochiamo. Tutto il campionato credo che sarà una lotta serratissima fino alla fine, nella quale ci saranno volte in cui saremo noi a sorridere ed altre invece in cui andrà meglio ai nostri avversari. Adesso c'è il Sachsenring, una pista che mi piace molto, quindi speriamo di riscattarci lì".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Piloti Romano Fenati
Articolo di tipo Ultime notizie