Moto3
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso

Moto3: a Buriram vince Arenas, ma Dalla Porta allunga

condividi
commenti
Moto3: a Buriram vince Arenas, ma Dalla Porta allunga
Di:
6 ott 2019, 04:58

Il pilota spagnolo centra il terzo successo in carriera infilando proprio l'italiano del Leopard Racing in volata. Canet però viene steso da Binder e Arbolino ha un problema ad una mano, quindi Dalla Porta scappa nel Mondiale.

E' Albert Arenas a fare festa in Thailandia al termine di una gara del Mondiale Moto3 che sicuramente farà discutere. Quella di Buriram però è una gara che può essere fondamentale in ottica iridata per Lorenzo Dalla Porta, che con il secondo posto scappa a +22 su Aron Canet a quattro gare dal termine.

Il pilota del Leopard Racing è arrivato davvero vicino a dedicare qualcosa di importante alla nonna, cui era molto legato, scomparsa pochi giorni fa. All'ultima curva, infatti, ha provato ad infilare all'interno lo spagnolo del Team Angel Nieto, ma è andato leggermente lungo e così Arenas è riuscito ad infilarlo e ad andare a centrare la sua terza vittoria in carriera.

 

Poco male comunque per Dalla Porta, visto che i suoi principali avversari nella corsa al titolo sono rimasti a secco o quasi di punti. Aron Canet ha visto la sua gara distrutta nel corso dell'ottavo giro dal "solito" Darryn Binder, che in un colpo solo ha fatto uno strike che ha messo fuori gioco il pilota del Max Racing Team, John McPhee e Tatsuki Suzuki all'ultima staccata (manovra per cui è stato punito con un ride through).

Cinque giri più tardi c'è stato il secondo colpo di scena: Tony Arbolino ha improvvisamente rallentato per sistemare il guanto destro. A fine gara poi ha rivelato un problema, che gli ha praticamente addormentato la mano a partire dal quarto passaggio. Il pilota della VNE Snipers quindi è stato eroico a portare a termine la corsa in decima posizione. La classifica ora quindi vede Dalla Porta leader con 22 punti su Canet e 43 su Arbolino.

Leggi anche:

A completare il podio c'è Alonso Lopez, che finalmente ha centrato la top 3 dopo averla solo sfiorata in un paio di occasioni. Il pilota della Estrella Galicia è stato molto attento nel finale, perché quando si era portato al comando è finito largo sul verde all'ultimo giro, ma ha lasciato sfilare sia Arenas che Dalla Porta per evitare di incappare in penalità.

Ai piedi del podio c'è la seconda moto del Leopard Racing, quella di Marcos Ramirez, seguito dal tandem dello Sky Racing Team VR46 formato da Dennis Foggia e Celestino Vietti Ramus, che dopo la bella pole position di ieri non è mai stato veramente nella lotta per la vittoria oggi. Resta comunque un buonissimo risultato per entrambi.

Peccato invece per Andrea Migno, caduto proprio all'inizio dell'ultimo giro in seguito ad un contatto con Ai Ogura proprio quando era in lotta nel gruppetto alle spalle del podio. Un bravo invece se lo merita Stefano Nepa, risalito fino all'ottavo posto finale dalle retrovie del gruppo. Discorso che vale anche per Riccardo Rossi, 13esimo dopo essere scattato dal fondo del gruppo. Sfiorano solamente la zona punti invece i due "sostituti" Davide Pizzoli e Kevin Zannoni, 16esimo e 17esimo.

Bisogna registrare, infine, l'assenza in pista di Gabriel Rodrigo. La stagione 2019 sta diventando un vero e proprio calvario per il pilota del Gresini Racing, che si è fratturato un dito del piede in un incidente avvenuto durante il warm-up ed è stato costretto ad alzare bandiera bianca.

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari Punti
1 Spain Albert Arenas Ovejero
KTM 22 38'09.383 157.5 25
2 Italy Lorenzo Dalla Porta
Honda 22 38'09.614 0.231 0.231 157.5 20
3 Spain Alonso Lopez
Honda 22 38'09.705 0.322 0.091 157.5 16
4 Spain Marcos Ramírez
Honda 22 38'09.842 0.459 0.137 157.5 13
5 Italy Dennis Foggia
KTM 22 38'10.049 0.666 0.207 157.4 11
6 Italy Celestino Vietti Ramus
KTM 22 38'10.549 1.166 0.50 157.4 10
7 Japan Kaito Toba
Honda 22 38'10.611 1.228 0.062 157.4 9
8 Italy Stefano Nepa
KTM 22 38'16.354 6.971 5.743 157.0 8
9 Spain Raul Fernandez
KTM 22 38'18.478 9.095 2.124 156.9 7
10 Italy Tony Arbolino
Honda 22 38'18.528 9.145 0.050 156.9 6
11 Czech Republic Filip Salač
KTM 22 38'19.012 9.629 0.484 156.8 5
12 Czech Republic Jakub Kornfeil
KTM 22 38'18.942 9.559 157.0 4
13 Italy Riccardo Rossi
Honda 22 38'20.557 11.174 1.615 156.7 3
14 Spain Sergio Garcia Dols
Honda 22 38'23.407 14.024 2.850 156.7 2
15 Kazakhstan Makar Yurchenko
KTM 22 38'30.426 21.043 7.019 156.3 1
16 Italy Davide Pizzoli
Honda 22 38'32.689 23.306 2.263 155.9
17 Italy Kevin Zannoni
Honda 22 38'33.160 23.777 0.471 155.9
18 Japan Kazuki Masaki
KTM 22 38'33.249 23.866 0.089 155.9
19 Turkey Deniz Öncü
KTM 22 39'05.187 55.804 31.938 156.6
20 South Africa Darryn Binder
KTM 22 39'15.256 1'05.873 10.069 153.1
21 Italy Andrea Migno
KTM 22 41'34.467 3'25.084 2'19.211 144.5
22 Spain Aron Canet
KTM 18 38'37.887 4 Laps 4 Laps 127.3
Japan Ai Ogura
Honda 21 36'25.857 1 Lap 157.5
United Kingdom Tom Booth-Amos
KTM 21 36'38.403 1 Lap 12.546 156.6
Spain Jose Garcia
Honda 18 31'15.762 4 Laps 3 Laps 157.3
Japan Ayumu Sasaki
Honda 15 26'02.627 7 Laps 3 Laps 157.3
Japan Tatsuki Suzuki
Honda 9 16'39.335 13 Laps 6 Laps 147.6
United Kingdom John McPhee
Honda 7 12'10.399 15 Laps 2 Laps 157.1
Articolo successivo
Moto3, Buriram: prima pole iridata per Celestino Vietti

Articolo precedente

Moto3, Buriram: prima pole iridata per Celestino Vietti

Articolo successivo

Mondiale Moto3 2019: Dalla Porta scappa a +22 su Canet

Mondiale Moto3 2019: Dalla Porta scappa a +22 su Canet
Carica i commenti