Masbou alla prima, impresa di Bastianini sul podio

Masbou alla prima, impresa di Bastianini sul podio

Il pilota di Gresini eroico con il calcagno fratturato davanti a Kent. E Rins festeggia un giro troppo presto!

Alexis Masbou vince la prima gara della Moto3 a Brno nel Gp della Repubblica Ceca, ma l'eroe della giornata è certamente Enea Bastianini che ha conquistato un inatteso secondo posto pur correndo con un calcagno fratturato.

Il francese Masbou, che in precedenza aveva conquistato solo due podi, entra fra i grandi della terza serie: il portacolori dell'Ongetta Rivalcold con la Honda ha lottato con un leone in un gruppo formato da quindici piloti scatenati che si sono scambiati le posizioni in continuazione, con staccate che vedevano tre moto affiancate in staccata.

Enea Bastianini ha stupito regalando una grande soddisfazione allo Junior Team di Gresini con la KTM: il riminese ha fatto capire a tutti dal primo giro che, anche se menomato, avrebbe voluto dire la sua a Brno portandosi in testa alla corsa. Non ha sentito il dolore del tallone fratturato, ma ha lottato ad ogni curva, meritandosi un secondo posto che si aggiunge a quello di Barcellona: non male come bottino per un ragazzo che è solo all'undicesima corsa nel mondiale.

Bastianini è sceso dalla sua moto molto dolorante ed è salito sul podio zoppicando, ma in precedenza non ha rinunciato a impennare la sua KTM per la soddisfazione del grande risultato. Sul terzo gradino del podio è salito un astuto Danny Kent con la Husqvarna che si è scatenato solo negli ultimi due giri, risalendo dalle posizioni di rincalzo dove si era tenuto coperto. La stessa tattica che ha adottato anche il leader della serie Jack Miller che è venuto in avanscoperta nel finale per controllare Alex Marquez.

L'australiano con il quinto posto porta il suo bottino totale a 169 punti, mantenendo 23 lunghezze di margine sullo spagnolo: il fratellino del campione del mondo della MotoGp è stato fra i più attivi durante tutta la corsa e il fatto che sia rimasto giù dal podio testimonia che ha pagato il maggiore peso e il suo maggiore ingombro su un circuito veloce come quello di Brno.

Fra i piloti in lotta per il titolo si segnala il settimo posto di Efren Vasquez e l'undicesimo di Romano Fenati: il romano del team Sky non è mai entrato nel vivo della corsa anche se era agganciato al gruppone dei primi. Fenati ha dovuto sostituire il propulsore dopo il warm up perché il suo motore si era spento, per cui si è trovato per le mani una moto che non è parsa un fulmine, segno che l'unità di scorta non era pari a quella preparata per la corsa.

Poca soddisfazione anche per Francesco Bagnaia portato oltre il cordolo a cinque tornate dalla fine: Pecco si è dovuto acconterare del 17esimo posto. Ha fatto meglio Niccolò Antonelli tredicesimo al traguardo.

Clamoroso l'errore di Alex Rins: lo spagnolo dell'Estrella Galicia ha chiuso in testa l'ultimo giro nella convinzione che la gara fosse terminata a quel punto e si è rialzato per festeggiare il presunto successo, ma quando si è rimesso in carena era stato risucchiato dal gruppo. L'iberico ha concluso nono, mentre avrebbe potuto puntare al successo!

Da segnalare la caduta che ha coinvolto Jorge Navarro e John McPhee: ad avere la peggio è stato lo spagnolo del Marc VDS Racing che ha accusato un problema all'anca sinistra e al ginocchio destro. Ora è alla Clinica Mobile per gli accertamenti diagnostici del caso.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Piloti Enea Bastianini , Danny Kent , Alexis Masbou
Articolo di tipo Ultime notizie