Migno e Di Giannantonio tingono di Tricolore il Mugello!

condividi
commenti
Migno e Di Giannantonio tingono di Tricolore il Mugello!
Di:
4 giu 2017, 09:54

Prima vittoria in carriera per il pilota dello Sky Racing Team VR46 (e prima stagionale della KTM), che batte in volata il connazionale del Gresini Racing. Guevara completa il podio in una delle gare più combattute di sempre.

Il Mugello ci ha regalato una delle gare più belle della storia della Moto3: basta vedere che alla fine sono quasi 20 i piloti racchiusi nello spazio di appena un paio di secondi per capire che in pista si è assistito veramente ad una battaglia incredibile.

E alla fine sul gradino più alto del podio è salito uno dei ragazzi di casa nostra, con Andrea Migno che è stato bravissimo a firmare la prima vittoria iridata della sua carriera proprio nel GP di casa. Tra le altre cose, si tratta anche del primo sigillo stagionale della KTM, dopo cinque vittorie consecutive della Honda, su una pista su cui la moto austriaca non partiva certamente da favorita.

Il portacolori dello Sky Racing Team VR46 è stato protagonista di una strategia di gara praticamente perfetta, perché è stato sempre nella pancia del gruppo, uscendo allo scoperto solo quando mancavano un paio di tornate alla bandiera a scacchi.

Nell'ultimo giro poi si è portato al comando, tallonato da un Fabio Di Giannantonio che per tutta la gara aveva dato la sensazione di averne di più, ma che poi nell'ultimo giro non è riuscito a replicargli, arrendendosi per appena 37 millesimi senza riuscire a sfruttare la sua scia. Anche per il portacolori del Gresini Racing si tratta comunque di un risultato prezioso, perché lo porta al terzo posto nel Mondiale, staccato 37 lunghezze dalla vetta.

Sul gradino più basso del podio è salito Juanfran Guevara, al primo piazzamento nella Top 3 in carriera, mentre a completare la top five troviamo Darryn Binder ed Aron Canet, anche se va detto che è stata una gara in cui le scie hanno fatto tutta la differenza del mondo: poteva anche capitare di perdere o guadagnare 6-7 posizioni sul lunghissimo rettilineo del Mugello.

Continuando a scorrere la classifica, il leader iridato Joan Mir si è dovuto accontentare della settima piazza, alle spalle anche di John McPhee. Poco male comunque per il portacolori del Leopard Racing, che lascia la Toscana con 34 punti di margine su Canet.

Per gli altri italiani invece il risultato finale non è stato entusiasmante: Nicolò Bulega ha chiuso decimo, davanti ad Enea Bastianini, mentre Romano Fenati è 14esimo nonostante un avvio da grande protagonista. Fuori dai punti invece Niccolò Antonelli, Marco Bezzecchi e Lorenzo Dalla Porta, rimasti anche loro nel trenino dei migliori fino alla fine.

Più attardati Manuel Pagliani e Tony Arbolino, mentre la gara della wild card Edoardo Sintoni si è chiusa dopo appena una manciata di passaggi per un problema tecnico che lo ha costretto a rientrare ai box.

Cla #PilotaMotoGiriTempoGapDistaccokm/hRitiratoPunti
1   16 italy Andrea Migno  KTM 20 39'43.963     158.4   25
2   21 italy Fabio Di Giannantonio  Honda 20 39'44.000 0.037 0.037 158.4   20
3   58 spain Juanfran Guevara  KTM 20 39'44.129 0.166 0.129 158.3   16
4   40 south_africa Darryn Binder  KTM 20 39'44.325 0.362 0.196 158.3   13
5   44 spain Aron Canet  Honda 20 39'44.327 0.364 0.002 158.3   11
6   17 united_kingdom John McPhee  Honda 20 39'44.382 0.419 0.055 158.3   10
7   36 spain Joan Mir  Honda 20 39'44.519 0.556 0.137 158.3   9
8   71 japan Ayumu Sasaki  Honda 20 39'44.673 0.710 0.154 158.3   8
9   42 spain Marcos Ramirez  KTM 20 39'44.735 0.772 0.062 158.3   7
10   8 italy Nicolò Bulega  KTM 20 39'45.088 1.125 0.353 158.3   6
11   33 italy Enea Bastianini  Honda 20 39'45.192 1.229 0.104 158.3   5
12   64 netherlands Bo Bendsneyder  KTM 20 39'45.224 1.261 0.032 158.3   4
13   5 italy Romano Fenati  Honda 20 39'45.424 1.461 0.200 158.3   3
14   65 germany Philipp Ottl  KTM 20 39'45.487 1.524 0.063 158.3   2
15   88 spain Jorge Martin  Honda 20 39'45.516 1.553 0.029 158.3   1
16   23 italy Niccolò Antonelli  KTM 20 39'45.821 1.858 0.305 158.2    
17   12 italy Marco Bezzecchi  Mahindra 20 39'46.222 2.259 0.401 158.2    
18   7 malaysia Adam Norrodin  Honda 20 39'46.235 2.272 0.013 158.2    
19   48 italy Lorenzo dalla Porta  Mahindra 20 39'46.282 2.319 0.047 158.2    
20   84 czech_republic Jakub Kornfeil  Peugeot 20 39'47.016 3.053 0.734 158.2    
21   14 italy Tony Arbolino  Honda 20 39'47.439 3.476 0.423 158.1    
22   96 italy Manuel Pagliani  Mahindra 20 39'55.125 11.162 7.686 157.6    
23   11 belgium Livio Loi  Honda 20 40'01.676 17.713 6.551 157.2    
24   41 thailand Nakarin Atiratphuvapat  Honda 20 40'21.650 37.687 19.974 155.9    
25   27 japan Kaito Toba  Honda 20 40'21.651 37.688 0.001 155.9    
26   6 spain Maria Herrera  KTM 20 40'21.739 37.776 0.088 155.9    
27   4 finland Patrik Pulkkinen  Peugeot 20 40'21.850 37.887 0.111 155.9    
  dnf 24 japan Tatsuki Suzuki  Honda 19 37'46.170 1 giro 1 giro 158.3 Accident  
  dnf 75 spain Albert Arenas Ovejero  Mahindra 19 37'46.853 1 giro 0.683 158.2 Accident  
  dnf 95 france Jules Danilo  Honda 9 17'54.578 11 giri 10 giri 158.1 Accident  
  dnf 30 italy Edoardo Sintoni  Mahindra 7 14'22.420 13 giri 2 giri 153.2 Ritirato

Articolo successivo
Martin, Toba e Pagliani penalizzati di 12 posizioni in griglia

Articolo precedente

Martin, Toba e Pagliani penalizzati di 12 posizioni in griglia

Articolo successivo

Migno: "Non si può chiedere di più della prima vittoria al Mugello"

Migno: "Non si può chiedere di più della prima vittoria al Mugello"
Carica i commenti