McPhee si scusa per la rissa con Alcoba in Qatar

John McPhee si è scusato per la lite in pista con Jeremy Alcoba dopo il loro incidente nel Gran Premio di Doha, nella quale è volato anche qualche colpo proibito.

McPhee si scusa per la rissa con Alcoba in Qatar

Il portacolori del Petronas Sprinta Racing e quello del Gresini Racing erano in lotta nel gruppo di testa nella bellissima gara di Moto3 andata in scena domenica a Losail.

All'inizio del 15esimo giro, alla curva 1, Alcoba è arrivato lungo ed ha toccato il posteriore del compagno di squadra di McPhee, Darryn Binder. A quel punto la sua Honda si è impuntata ed è andata in direzione del pilota scozzese, colpendolo alla testa.

Trattandosi della seconda volta che veniva travolto incolpevolmente in questo inizio di stagione, McPhee si è scagliato con rabbia contro Alcoba una volta arrivati nella via di fuga, con il pilota di Gresini che non si è fatto pregare troppo per una reazione.

Entrambi quindi sono stati punti con 1000 euro di multa per il loro comportamento, inoltre dovranno cominciare il Gran Premio del Portogallo della pitlane: Alcoba sarà costretto a scattare cinque secondi dopo il resto del gruppo, McPhee invece ne dovrà aspettare addirittura 10 prima di partire.

 

McPhee ha accettato la punizione, spiegando anche che la sua reazione è stata "fuori dal suo personaggio".

In una dichiarazione rilasciata lunedì sera, McPhee ha detto: "Ho lasciato che le mie emozioni avessero la meglio su di me in Qatar, essendo stato eliminato per la seconda settimana consecutiva come conseguenza dell'errore di un altro pilota".

"Devo scusarmi per la mia condotta, non ho reagito bene all'incidente. E' uno sport adrenalinico, con un ovvio pericolo intrinseco. La moto di un rivale che mi ha colpito la testa ed ha innescato una reazione fuori dal normale. Vorrei scusarmi con i tifosi, la squadra, Petronas e i nostri partner. Accetto la penalità e andrò a Portimao concentrato sul compito da svolgere".

Pur essendo indicato come uno dei favoriti nella corsa al titolo, McPhee ha lasciato il Qatar senza un solo punto in classifica. Se la seconda gara si è conclusa come vi abbiamo raccontato, nella prima era stato infatti speronato da Xavier Artigas e costretto al ritiro.

John Mcphee, Petronas Sprinta Racing

John Mcphee, Petronas Sprinta Racing

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
Moto3, Qatar: Masia piega in volata il rookie Acosta
Articolo precedente

Moto3, Qatar: Masia piega in volata il rookie Acosta

Articolo successivo

Pedro Acosta: faccia da bambino, ma talento da grande

Pedro Acosta: faccia da bambino, ma talento da grande
Carica i commenti