Gresini: Rodrigo operato alla clavicola, ma proverà comunque a correre in Qatar!

condividi
commenti
Gresini: Rodrigo operato alla clavicola, ma proverà comunque a correre in Qatar!
Di:
04 mar 2019, 14:26

Il pilota argentino è stato operato dal dottor Mir a Barcellona. Si sottoporrà a ulteriori visite giovedì per capire se avrà il nulla osta o meno per correre nel primo appuntamento del Mondiale Moto3 2019.

Alle spalle il test di Losail, ultimo di questa pre-season lunghissima, è tempo di pensare alla prima gara dell’anno con il Circus MotoGP che rimarrà in Qatar attendendo le prime libere proprio questo venerdì 8 marzo.

Sarà certamente una settimana di forti emozioni con Riccardo Rossi all’esordio assoluto nel mondiale Moto3 e con Gabri Rodrigo chiamato ad un mezzo miracolo dopo la frattura scomposta della clavicola destra rimediata sabato dopo un high-side alla curva 5. 

L’argentino del team Kommerling Gresini Moto3, operato nella giornata di ieri dalle esperte mani del dottor Mir presso la clinica Dexeus di Barcellona, volerà in Qatar durante la giornata di giovedì con l’intenzione di sottoporsi a revisione medica e provare conseguentemente a scendere in pista nelle prime libere.

Per l’italiano numero 54 sarà importante continuare il lavoro e la ricerca del miglior feeling con la sua Honda NSF250RW in una gara che si preannuncia difficile ma al tempo stesso molto stimolante. 

Si parte venerdì alle 11:50 con le prime libere della classe cadetta, mentre la gara sarà domenica alle 15:00 ora italiana.

Gabriel Rodrigo ha dichiarato: “Fino a sabato era stata una pre-season perfetta, ma le cose cambiano velocemente purtroppo. Inutile piangersi addosso, l’operazione è andata bene, e per questo ringrazio il dottor Mir, e ora penso solo a tornare in Qatar e riabbracciare il team. Ho passato una buona notte dopo l’operazione e questa mattina potrò lasciare l’ospedale e iniziare velocemente la riabilitazione".

"Devo dire che al momento ho meno dolore rispetto alle precedenti operazioni alla clavicola, e anche il dottore mi ha confermato che la frattura non era così complessa e che la placca che è stata inserita servirà più che altro da semplice rinforzo. Ovviamente fino a quando non sarò in sella alla moto non saprò esattamente come sto, ma c’è tanta voglia di tornare in Qatar”.

Riccardo Rossi ha aggiunto: "Tre giorni chiusa e devo ammettere che non sono del tutto soddisfatto anche se nemmeno troppo negativo. Abbiamo lavorato tantissimo, e sappiamo che c’è ancora tantissimo da fare. Ci siamo concentrati praticamente solo in ottica gara, quindi non sono preoccupato per i tempi, già che li considero poco indicativi".

"Purtroppo ho fatto una piccola scivolata nell’ultima giornata di test che ha un po’ rallentato il lavoro in generale, ma devo dire che il feeling con la moto continua a crescere e la sento sempre più mia. La pista in sé mi piace e non vedo l’ora che sia già venerdì per tornare in sella alla mia Honda".

Articolo successivo
Test Moto3 Losail, Giorno 3: Fenati ed Arbolino sono davvero inarrestabili!

Articolo precedente

Test Moto3 Losail, Giorno 3: Fenati ed Arbolino sono davvero inarrestabili!

Articolo successivo

Foggia: "Sarà importante gestire bene il nuovo sistema di qualifica"

Foggia: "Sarà importante gestire bene il nuovo sistema di qualifica"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Moto3
Autore Redazione Motorsport.com
Be first to get
breaking news