Bastianini: "Ho provato a ricucire con Martin, ma non ne avevo più di così"

Il pilota del Leopard Racing ha conquistato il suo primo podio stagionale ad Austin, ma forse avrebbe potuto anche impensierire di più il vincitore se non gli avesse concesso un piccolo gap nel finale.

Bastianini: "Ho provato a ricucire con Martin, ma non ne avevo più di così"
Enea Bastianini, Leopard Racing
Enea Bastianini, Leopard Racing, Philipp Ottl, Schedl GP Racing
Podium: second place Enea Bastianini, Leopard Racing, Race winner Jorge Martin, Del Conca Gresini Racing Moto3, third place Marco Bezzecchi, Prüstel GP
Jorge Martin, Del Conca Gresini Racing Moto3, Enea Bastianini, Leopard Racing
Jorge Martin, Del Conca Gresini Racing Moto3, Enea Bastianini, Leopard Racing, Fabio Di Giannantonio, Del Conca Gresini Racing Moto3
Jorge Martin, Del Conca Gresini Racing Moto3, Enea Bastianini, Leopard Racing
Enea Bastianini, Leopard Racing
Enea Bastianini, Leopard Racing

La stagione 2018 è iniziata con grandi aspettative per Enea Bastianini e ad Austin è arrivato il primo acuto del portacolori del Leopard Racing: dopo il ritiro in Qatar ed il quarto posto in Argentina, in Texas "Bestia" è riuscito a salire sul podio, arrendendosi solo al leader iridato Jorge Martin nel finale, ma firmando così la sua 19esima top 3 in carriera.

Enea sembrava avere le carte in regola per giocarsela con lo spagnolo del Gresini Racing, ma purtroppo si è ritrovato un pochino indietro nel gruppo quando il rivale ha fatto la sua mossa ed ha provato a scavare un piccolo solco sul gruppetto di testa. Quando è riuscito a riportarsi alle sue spalle, infatti, ormai si era creato un piccolo gap.

"Diciamo che ho spinto forte fin dall'inizio, solo che ho visto che c'erano diversi piloti che riuscivano a ripassarmi e quindi ho fatto un po' di fatica a ritornare su. Il passo è rimasto bene o male sul 2'18" basso, quindi ho rallentato un pochino. Poi ho visto che Martin è passato in testa e sapevo che ne aveva un po' di più di tutti gli altri, quindi ho cercato di risalire subito, solo che aveva già preso un pochino di gap" ha raccontato ai microfoni di Sky Sport MotoGP HD.

A quel punto ci ha provato a rifarsi sotto, ma quando ha capito che non sarebbe stato possibile, ha badato a portarsi a casa punti preziosi, perché alla fine la vetta è distante solo 22 punti e il campionato è ancora molto lungo.

"Ho provato a ricucire, ma più di così non ne avevo. Gli ultimi due giri ho visto che facevo fatica, quindi ho rallentato un pochino e tenuto un po' di margine, ma sono comunque contento di aver conquistato il podio".

Rimane però un pizzico di rammarico per aver un po' sprecato una possibilità di vittoria, perché Bastianini è convinto che nell'ultimo tratto della pista ci avrebbe potuto provare se fosse riuscito a rimanere più vicino a Martin.

"Sinceramente, negli ultimi due settori ero un pochino più veloce, però lui nelle prime chicane andava veramente forte. Ho provato a spingere forte per tornare su, ma non è bastato. Se fossi stato più vicino, forse negli ultimi due settori me la sarei potuta giocare".

condividi
commenti
Mondiale Moto3 2018: Martin scavalca Canet con la vittoria di Austin
Articolo precedente

Mondiale Moto3 2018: Martin scavalca Canet con la vittoria di Austin

Articolo successivo

Fotogallery: Jorge Martin doma gli italiani nella Moto3 ad Austin

Fotogallery: Jorge Martin doma gli italiani nella Moto3 ad Austin
Carica i commenti