Moto3
07 ago
Evento concluso
14 ago
Evento concluso
21 ago
Evento concluso
11 set
Evento concluso
18 set
Evento concluso
09 ott
Prossimo evento tra
12 giorni
G
Aragon
16 ott
Prossimo evento tra
19 giorni
G
Aragon II
23 ott
Prossimo evento tra
26 giorni
G
Valencia
06 nov
Prossimo evento tra
40 giorni
G
Valencia II
13 nov
Prossimo evento tra
47 giorni
G
Algarve
20 nov
Prossimo evento tra
54 giorni

Moto3: Antonelli torna a vincere dopo 3 anni a Jerez nella doppietta SIC58 Squadra Corse

condividi
commenti
Moto3: Antonelli torna a vincere dopo 3 anni a Jerez nella doppietta SIC58 Squadra Corse
Di:

Niccolò ritrova una vittoria che gli mancava dal Qatar 2016 e si porta ad un solo punto da Canet nel Mondiale, precedendo il compagno Suzuki, al primo podio iridato. Torna sul podio anche Vietti Ramus, ottimo terzo.

La domenica sul Circuito de Jerez a si è aperta con una grande doppietta della SIC58 Squadra Corse nella classe Moto3. Fin dalla prima gara dell'anno Niccolò Antonelli e Tatsuki Suzuki avevano mostrato un grande potenziale, senza riuscire però ancora a concretizzarlo in gara, ma oggi sono stati davvero bravissimi ed hanno regalato una grandissima soddisfazione al patron Paolo Simoncelli.

Ancora una volta la classe entrante ha regalato una gara di gruppo, con una battaglia spettacolare per tutti i 22 giri in programma, ma sia Antonelli che Suzuki sono stati bravi a non andare mai troppo oltre la quinta o sesta posizione, controllando benissimo la situazione.

Niccolò ha corso anche un brivido pazzesco a quattro giri dalla fine, quando era al comando e Marcos Ramirez lo ha tamponato in uscita dalla curva 4, creando lo scompiglio con la sua Honda del Leopard Racing che rotolava come una trottola in mezzo alla pista (situazione che ha portato anche al ritiro Romano Fenati per evitarla).

Leggi anche:

Antonelli però non si è scomposto ed ha proseguito la sua gara davanti a tutti, resistendo ai tentativi di attacco di un ottimo Celestino Vietti Ramus nel corso dell'ultimo giro e costruendosi un piccolo margine quando alle sue spalle Suzuki ha portato alla curva 9 l'attacco al pilota dello Sky Racing Team VR46 che gli è valso la seconda posizione.

Una volta sotto la bandiera a scacchi è scoppiata la festa nel box della SIC58 Squadra Corse, con Antonelli che ha ritrovato un successo che gli mancava ormai dal GP del Qatar del 2016. Un trionfo pesante, il quarto in Moto3, che lo porta al secondo posto nel Mondiale, staccato di un solo punto dal leader Aron Canet, oggi quarto.

Per Suzuki si tratta del primo podio iridato in carriera, che arriva dopo la delusione della caduta avvenuta ad Austin quando era saldamente al comando, mentre alle sue spalle Vietti ha centrato il suo secondo dopo quello dello scorso anno a Phillip Island. Quella del pilota piemontese è stata una gara matura e anche lui non si è mai disunito, neppure quando ha evitato per un soffio la moto di Ramirez.

Detto del quarto posto di Canet, alle sue spalle c'è il connazionale Albert Arenas, ma dalle retrovie ha fatto una buonissima rimonta anche il giapponese Kaito Toba, sesto davanti a Jakub Kornfeil e ad un Lorenzo Dalla Porta che si è un po' perso nel finale dopo essere stato quasi tutta la gara nelle prime tre posizioni. Top 10 in rimonta invece per Andrea Migno, decimo alle spalle del giapponese Ai Ogura.

Avrebbe potuto fare di più Dennis Foggia, che ha scontato una long lap penalty e poi ha pagato altri 3" per non aver rispettato i limiti della pista. Alla fine quindi il pilota dello Sky Racing Team VR46 si è ritrovato 16esimo, giusto davanti a Tony Arbolino, anche lui penalizzato 3" per lo stesso motivo. Al traguardo anche Riccardo Rossi in 21esima posizione (long lap penalty anche per lui).

Ritirato quasi subito Jaume Masia, arrivato a Jerez da leader iridato insieme a Canet, ma caduto dopo appena due giri. Subito out anche Gabriel Rodrigo, ma dispiace soprattutto per i ritiri di Raul Fernandez e Sergio Garcia, entrati in collisione alla curva 6 a 4 giri dal termine quando stavano battagliando da protagonisti con i migliori.

Cla Rider Bike Giri Tempo Distacco Distacco km orari Punti
1 Italy Niccolò Antonelli Honda 22         25
2 Japan Tatsuki Suzuki Honda 22 0.242       20
3 Italy Celestino Vietti Ramus KTM 22 0.305       16
4 Spain Aron Canet KTM 22 0.472       13
5 Spain Albert Arenas Ovejero KTM 22 0.563       11
6 Japan Kaito Toba Honda 22 1.133       10
7 Czech Republic Jakub Kornfeil KTM 22 1.187       9
8 Italy Lorenzo Dalla Porta Honda 22 1.291       8
9 Japan Ai Ogura Honda 22 1.430       7
10 Italy Andrea Migno KTM 22 1.441       6
11 Italy Dennis Foggia KTM 22 5.968       5
12 South Africa Darryn Binder KTM 22 6.836       4
13 United Kingdom John McPhee Honda 22 6.851       3
14 Japan Kazuki Masaki KTM 22 7.104       2
15 Spain Alonso Lopez Honda 22 7.113       1
16 Japan Ayumu Sasaki Honda 22 7.119        
17 Italy Tony Arbolino Honda 22 7.252        
18 Turkey Can Öncü KTM 22 15.474        
19 Italy Stefano Nepa KTM 22 30.984        
20 Spain Vicente Perez KTM 22 31.035        
21 Riccardo Rossi Honda 22 38.862        
22 Meikon Kawakami KTM 22 47.894        
23 Spain Marcos Ramírez Honda 22 1'14.849        
  Makar Yurchenko KTM 21          
  Sergio Garcia Honda 18          
  Spain Raul Fernandez KTM 18          
  Italy Romano Fenati Honda 18          
  United Kingdom Tom Booth-Amos KTM 18          
  Argentina Gabriel Rodrigo Honda 14          
  Filip Salac KTM 10          
  Spain Jaume Masia KTM 2          
Moto3, Jerez: prima pole position per Dalla Porta, terzo Vietti

Articolo precedente

Moto3, Jerez: prima pole position per Dalla Porta, terzo Vietti

Articolo successivo

Mondiale Moto3 2019: Canet ancora leader, ma Antonelli è a -1

Mondiale Moto3 2019: Canet ancora leader, ma Antonelli è a -1
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Moto3
Evento Jerez
Autore Matteo Nugnes