Moto2
28 giu
-
30 giu
Evento concluso
05 lug
-
07 lug
Evento concluso
02 ago
-
04 ago
Evento concluso
09 ago
-
11 ago
Evento concluso
23 ago
-
25 ago
FP3 in
18 Ore
:
23 Minuti
:
39 Secondi
G
Misano
13 set
-
15 set
Prossimo evento tra
20 giorni
G
Aragon
20 set
-
22 set
Prossimo evento tra
27 giorni
G
Buriram
04 ott
-
06 ott
Prossimo evento tra
41 giorni
G
Motegi
18 ott
-
20 ott
Prossimo evento tra
55 giorni
G
Phillip Island
25 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
62 giorni
G
Sepang
01 nov
-
03 nov
Prossimo evento tra
69 giorni
G
Valencia
15 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
83 giorni

Un incidente sul più bello costa il podio a Bastianini e Marini

condividi
commenti
Un incidente sul più bello costa il podio a Bastianini e Marini
Di:
12 ago 2019, 13:38

Enea e Luca erano secondo e terzo al Red Bull Ring, ma a cinque giri dalla fine sono finiti entrambi a terra a causa della scivolata del pilota dello Sky Racing Team VR46, che si è scusato con il connazionale dell'Italtrans Racing.

Non c'erano piloti italiani sul podio della classe Moto2 al Red Bull Ring, ma avrebbero potuto esserci: fino a cinque giri dal termine, infatti, Enea Bastianini stava dando un'ennesima conferma della sua maturazione e si trovava in seconda posizione, alle spalle solo del vincitore Brad Binder.

Scattato dalla seconda fila, il pilota dell'Italtrans Racing sembrava avere tutte le carte in regola per bissare il primo podio nella classe di mezzo centrato a Brno e magari provare ad aspirare anche a qualcosa in più. Sul più bello però ha rovinato tutto il suo connazionale Luca Marini.

Leggi anche:

Quando mancavano cinque passaggi alla bandiera a scacchi, il portacolori dello Sky Racing Team VR46 ha infatti tentato un attacco all'interno della curva 9, ma forse ha chiesto un po' troppo all'anteriore della sua Kalex ed è scivolato, portando giù con sé anche "Bestia".

 

Un peccato per entrambi, che stavano disputando un'ottima gara, ma in particolare per Bastianini, che in un primo momento temeva anche di essersi infortunato alla gamba destra. Cosa che poi è stata fortunatamente scongiurata, stando agli esami a cui è stato sottoposto successivamente.

"Sono amareggiato perché stavo correndo una bellissima gara e improvvisamente mi sono trovato a terra. Sono stato portato subito al centro medico ma per fortuna non ci sono state complicazioni. È un vero peccato perché dopo Brno anche in Austria potevo portare a casa un risultato importante, purtroppo anche queste sono le gare. Fino alla caduta ho dimostrato di poter essere un pilota da podio, costante e veloce per tutta la gara, e questo è un messaggio importante" ha detto Enea.

Dal canto suo, Marini è stato molto onesto nel prendersi le proprie responsabilità, spiegando però che è stato costretto a pinzare perché ha trovato sulla sua linea Binder più lento di quanto si sarebbe aspettato.

"Mi dispiace davvero per Enea, è stato un incidente di gara, ma è stato un vero peccato chiudere in questo modo. Uscivo molto bene dalla curva 8, io e Enea abbiamo mollato i freni, ero all’interno, ma a centro curva ho trovato Brad fermo, ho dovuto frenare molto di più rispetto al previsto e ho perso il davanti. Eravamo molto forti oggi e dobbiamo continuare così nelle prossime gare" ha aggiunto Marini.

Articolo successivo
Mondiale Moto2 2019: Alex Marquez dilaga, +43 su Luthi

Articolo precedente

Mondiale Moto2 2019: Alex Marquez dilaga, +43 su Luthi

Articolo successivo

Fotogallery: gli svizzeri Aegerter, Lüthi e Forward Racing nel GP d'Austria

Fotogallery: gli svizzeri Aegerter, Lüthi e Forward Racing nel GP d'Austria
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Moto2
Evento Spielberg
Sotto-evento Gara
Location Red Bull Ring
Piloti Luca Marini , Enea Bastianini
Team Team VR46 , Italtrans Racing Team
Autore Matteo Nugnes