Thomas Luthi beffa Morbidelli per soli 10 millesimi a Phillip Island

Lo svizzero si rilancia pesantemente nella corsa al titolo con la seconda vittoria di fila ed ora è a -22 da uno Zarco solo 12esimo, con Rins a terra. Morbido ci prova, ma non basta. Peccato per Pasini, out mentre lottava per il podio.

Thomas Luthi beffa Morbidelli per soli 10 millesimi a Phillip Island
Thomas Lüthi, Interwetten
Thomas Lüthi, Interwetten
Sandro Cortese, Dynavolt IntactGP
Sandro Cortese, Dynavolt IntactGP
Franco Morbidelli, Marc VDS
Franco Morbidelli, Marc VDS
Franco Morbidelli, Marc VDS
Takaaki Nakagami, Honda Team Asia
Lorenzo Baldassarri, Forward Racing
Lorenzo Baldassarri, Forward Racing
Mattia Pasini, Italtrans Racing Team
Mattia Pasini, Italtrans Racing Team
Johann Zarco, Ajo Motorsport
Johann Zarco, Ajo Motorsport
Alex Rins, Paginas Amarillas HP 40
Alex Rins, Paginas Amarillas HP 40

10 millesimi. Una beffa per Franco Morbidelli, che per questo distacco incredibilmente ridotto ha visto sfuggire la sua prima vittoria nel Mondiale Moto2 a Phillip Island, vedendosi sfilare in volata da Thomas Luthi, che con la sua seconda affermazione consecutiva, la quarta stagionale, rilancia la sua candidatura al titolo iridato.

Ad onor del vero, è stato l'elvetico a comandare le operazioni praticamente per tutti i 25 giri di gara, tallonato proprio da "Morbido" e da un ottimo Mattia Pasini. Al penultimo giro però il portacolori della Marc VDS ha trovato il varco giusto alla curva 2 e sembrava potercela fare.

Franco si è presentato all'uscita dell'ultima curva davanti a tutti, ma Luthi ha potuto sfruttare la sua scia e sul tracciato australiano la linea del traguardo è molto lontana, quindi lo svizzero ne ha potuto trarre vantaggio per scavalcarlo e centrare un successo importante.

Per Morbidelli comunque si tratta del sesto podio stagionale ed è sicuramente una delusione minore rispetto a quella di Pasini, che a tre giri dalla conclusione è finito ruote all'aria alla curva 4, dicendo addio alla battaglia e cedendo anche il gradino più basso del podio al tedesco Sandro Cortese.

Il podio lo ha sfiorato anche Lorenzo Baldassarri, autore di una bella rimonta, che lo aveva portato a ricongiungersi con il terzetto di testa a pochi giri dal termine, prima di perdere un po' di ritmo e doversi inchinare a Sandro Cortese.

La top five si completa con Takaaki Nakagami, bravo a reagire ad una brutta caduta nelle qualifiche di ieri. Il giapponese ha preceduto Jonas Folger e Simone Corsi, migliore tra i piloti in sella alle Speed Up con il suo settimo posto.

Non è stata una giornata particolarmente fortunata invece per i principali contendenti al titolo: non è un mistero che Johann Zarco non ami particolarmente Phillip Island, ma nessuno poteva immaginare che oggi si ritrovasse addirittura 12esimo. E' andata comunque peggio ad Alex Rins, finito ruote all'aria alla curva 2, collezionando così il secondo zero consecutivo.

A due gare dal termine, dunque, la classifica iridata vede Zarco ancora al comando con un vantaggio abbastanza confertevole: 22 lunghezze nei confronti di Luthi e 25 su Rins. La settimana prossima in Australia, dunque, avrà una possibilità molto concreta per provare a chiudere i giochi.

Per quanto riguarda gli altri italiani, subito fuori dai punti Luca Marini, 16esimo, mentre il debuttante Alessandro Nocco ha chiuso 19esimo con un ritardo di oltre un giro nei confronti del vincitore.

Cla #PilotaBikeGiriTempoGapDistaccokm/hRitiratoPunti
1   12 Thomas Lüthi Kalex 25 39'15.891     169.9   25
2   21 Franco Morbidelli Kalex 25 39'15.901 0.010 0.010 169.9   20
3   11 Sandro Cortese Kalex 25 39'16.421 0.530 0.520 169.8   16
4   7 Lorenzo Baldassarri Kalex 25 39'18.972 3.081 2.551 169.7   13
5   30 Takaaki Nakagami Kalex 25 39'19.706 3.815 0.734 169.6   11
6   94 Jonas Folger Kalex 25 39'26.978 11.087 7.272 169.1   10
7   24 Simone Corsi Speed Up 25 39'29.182 13.291 2.204 168.9   9
8   49 Axel Pons Kalex 25 39'32.302 16.411 3.120 168.7   8
9   23 Marcel Schrötter Kalex 25 39'33.541 17.650 1.239 168.6   7
10   97 Xavi Vierge Tech 3 25 39'33.556 17.665 0.015 168.6   6
11   19 Xavier Simeon Speed Up 25 39'33.653 17.762 0.097 168.6   5
12   5 Johann Zarco Kalex 25 39'33.687 17.796 0.034 168.6   4
13   2 Jesko Raffin Kalex 25 39'47.466 31.575 13.779 167.6   3
14   57 Edgar Pons Kalex 25 39'50.561 34.670 3.095 167.4   2
15   14 Ratthapark Wilairot Kalex 25 39'56.345 40.454 5.784 167.0   1
16   10 Luca Marini Kalex 25 40'03.598 47.707 7.253 166.5    
17   70 Robin Mulhauser Kalex 25 40'50.361 1'34.470 46.763 163.3    
18   93 Ramdan Rosli Kalex 24 39'26.190 1 giro 1 giro 162.4    
  dnf 20 Alessandro Nocco Kalex 23 38'11.544 2 giri 1 giro 160.7 Ritirato  
  dnf 54 Mattia Pasini Kalex 22 34'34.627 3 giri 1 giro 169.8 Ritirato  
  dnf 52 Danny Kent Kalex 22 35'05.193 3 giri 30.566 167.3 Accident  
  dnf 87 Remy Gardner Kalex 13 21'50.867 12 giri 9 giri 158.8 Accident  
  dnf 60 Julian Simon Speed Up 9 14'21.367 16 giri 4 giri 167.3 Accident  
  dnf 27 Iker Lecuona Kalex 9 14'36.321 16 giri 14.954 164.4 Accident  
  dnf 40 Alex Rins Kalex 6 9'33.844 19 giri 3 giri 167.4 Accident  
  dnf 22 Sam Lowes Kalex 2 3'16.300 23 giri 4 giri 163.1 Accident  
  dnf 55 Hafizh Syahrin Kalex 0         Accident

 

condividi
commenti
Luthi in pole in Australia davanti a Pasini tra una valanga di cadute
Articolo precedente

Luthi in pole in Australia davanti a Pasini tra una valanga di cadute

Articolo successivo

Ecco le squadre ammesse alla Moto2 ed alla Moto3 per il 2017

Ecco le squadre ammesse alla Moto2 ed alla Moto3 per il 2017
Carica i commenti