Vittoria pesante per il Mondiale per Zarco a Barcellona

condividi
commenti
Vittoria pesante per il Mondiale per Zarco a Barcellona
Di: Matteo Nugnes
14 giu 2015, 13:12

Proprio all'ultimo giro è riuscito a passare Rabat, poi beffato anche da Rins: ora ha 40 punti di vantaggio

Se c'erano ancora dei dubbi su quanto fosse solida la candidatura di Johann Zarco per il titolo della Moto2, il francese oggi ha dato una risposta decisamente importante, ottenendo la sua seconda vittora stagionale a Barcellona e portando così a 40 punti il suo vantaggio in classifica nei confronti di Tito Rabat.

Un successo che il portacolori della Ajo Motorsport ha costruito nella seconda parte della corsa, dopo che inizialmente era addirittura scivolato al sesto posto, vedendo scappare il terzetto composto proprio da Rabat, da Alex Rins e da Sam Lowes. Con il passare dei giri però Zarco è riuscito a cambiare ritmo e piano piano ha ricominciato a farsi sotto: a poche tornate dal termine si è sbarazzato del britannico della Speed Up e poi si è messo in caccia del tandem di testa, rimanendo in terza posizione fino al penultimo passaggio.

Un lungo di Rins alla curva 4 gli ha poi consentito di prendersi la seconda posizione e a quel punto non poteva non provarci. Quando è iniziata la tornata decisiva era veramente nella scia della Kalex della Marc VDS e alla curva 5 si è infilato con grande grinta. Poi è stato bravo a costruirsi un piccolo margine che ha costretto il campione del mondo in carica a giocarsi un "all-in" alla curva 10 con una staccata davvero al limite.

Un errore che Tito ha pagato a caro prezzo, perché non solo non è riuscito a passare Zarco, ma è andato anche lungo, permettendo a Rins di soffiargli la piazza d'onore. Dunque, i punti persi oggi sul leader iridato sono ben 9. Per il rookie del Team Pons si tratta invece di un risultato prezioso, anche perché arriva a meno di due settimane da un intervento chirurgico necessario a risolvere un problema di sindrome compartimentale.

Ai piedi del podio c'è Lowes, che nella seconda parte della corsa ha perso il ritmo e si è dovuto accontentare di fare da spettatore alla battaglia tra i primi tre. Importante però anche il segnale di rilancio mandato da Luis Salom, che si è portato a casa un buon quinto posto, davanti a Thomas Luthi e Jonas Folger, rallentato da un drittone alla prima staccata che lo aveva fatto finire nella parte centrale del gruppo.

Il migliore degli italiani è stato Franco Morbidelli, autore di una bellissima rimonta dal 23esimo posto in griglia, ma finito anche sotto investigazione per un contatto con Axel Pons avvenuto nelle prime fasi della corsa: se ne discuterà più tardi in race direction. A fare le spese di questa toccata è stato anche Alex Marquez ed è stata una vera disdetta per il campione del mondo della Moto3, che oggi aveva il passo dei migliori, ma così si è dovuto accontentare dell'11esimo posto dopo una bella risalita dal fondo del gruppo.

Davanti a lui c'è anche Lorenzo Baldassarri, che ancora una volta è riuscito a piazzare la sua Kalex del Forward Racing all'interno della top ten. Qualcosa deve essere andato storto invece per Simone Corsi, che in alcune tornate ha girato su tempi molto alti e non è riuscito a fare meglio del 13esimo posto.

Prossimo articolo Moto2
Test Barcellona: buone indicazioni sulle nuove Dunlop

Previous article

Test Barcellona: buone indicazioni sulle nuove Dunlop

Next article

Zarco polverizza il record di Barcellona: la pole è sua

Zarco polverizza il record di Barcellona: la pole è sua

Su questo articolo

Serie Moto2
Piloti Johann Zarco , Tito Rabat , Alex Rins
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie