Valencia, Libere 1: Zarco prova a fare la differenza

condividi
commenti
Valencia, Libere 1: Zarco prova a fare la differenza
Di: Matteo Nugnes
07 nov 2014, 11:42

Il pilota della Caterham Suter rifila oltre tre decimi a Luthi e ben sei a Vinales. Il campione Rabat è quinto

Johann Zarco ha fatto decisamente la differenza nella prima sessione di prove libere del round conclusivo dell Moto2. Valencia è nota per essere una pista sulla quale solitamente i distacchi sono molto ravvicinati, ma il francese della Caterham è stato in testa praticamente per tutto il turno, chiudendo con un crono di 1'35"376 che gli ha consentito di distanziare di ben 354 millesimi il diretto inseguitore Thomas Luthi: davanti a tutti, dunque, ci sono due Suter.

Terzo tempo per il futuro pilota della Suzuki in MotoGp, ovvero Maverick Vinales, voglioso di chiudere la sua avventura nella classe di mezzo con un'altra prova importante, ma distanziato di ben 628 millesimi da Zarco. Lo spagnolo comunque è in buonissima compagnia, visto che pochi millesimi più indietro troviamo lo svizzero Dominique Aegerter ed il campione del mondo Esteve Rabat.

Subito fuori dalla top five c'è l'altra Kalex della Marc VDS, quella di Mika Kallio, mentre sorprende vedere nelle prime posizioni la Speed Up di Anthony West: l'australiano ci ha abituati a vederlo velocissimo sul bagnato, ma in questa stagione sull'asciutto aveva faticato abbastanza.

Completa la top ten il terzetto composto da Julian Simon, Sandro Cortese e Jonas Folger, con lo spagnolo che è l'ultimo ad essere rimasto al di sotto del secondo di distacco dalla vetta. Per trovare il primo degli italiani bisogna invece scorrere la classifica fino all'11esima piazza occupata da Franco Morbidelli, che deve prendere le misure ad un pista su cui non aveva mai corso.

Discreta anche la prova di Lorenzo Baldassarri, 15esimo con la Suter del Team Gresini, mentre Mattia Pasini non è riuscito a fare meglio del 18esimo crono. Il più in difficoltà di tutti però è Roberto Rolfo, solo 32esimo con la Suter del Tasca Racing dopo l'esordio stagionale positivo di Sepang. Ancora assente, infine, Simone Corsi, che ha deciso di non forzare i tempi del recupero dal suo infortunio al polso.

Prossimo articolo Moto2
Idemitsu Honda conferma Nakagami e Shah nel 2015

Previous article

Idemitsu Honda conferma Nakagami e Shah nel 2015

Next article

Tito Rabat correrà con il numero 1 nel 2015

Tito Rabat correrà con il numero 1 nel 2015

Su questo articolo

Serie Moto2
Piloti Thomas Lüthi , Johann Zarco , Maverick Viñales
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie