Tito Rabat non vuole fare calcoli a Phillip Island

Tito Rabat non vuole fare calcoli a Phillip Island

Con 38 punti di vantaggio su Kallio, lo spagnolo della Marc VDS si gioca però il primo match point

Tito Rabat arriva in Australia con 38 punti di vantaggio sul proprio compagno di squadra Mika Kallio. La matematica gioca a suo favore per la conquista di quello che potrebbe esser il suo primo titolo Mondiale. Una sensazione inedita per il pilota di Barcellona: "Si, è vero , è una bella sensazione. Sará difficile, ma ci proveró. Affronteró questo weekend come tutti gli altri, migliorando la moto e concentrandomi al Massimo per dare il meglio".

Sono le condizioni meteo, sempre variabili a Phillip Island, a preoccupare il pilota del team Marc VDS Racing: "Hanno detto che il tempo sará bello per tutto il fine settimana; l’unico problema resta il vento. Il circuito mi piace molto, è veloce, divertente, ma ogni gara è una storia a sé".

Rabat comanda la classifica del Campionato del Mondo Moto2, ritrovando come diretto avversario proprio il suo compagno di squadra, Mika Kallio: "Mika è il mio diretto avversario in pista, mentre fuori ognuno è concentrato nella sua vita. Non è il mio miglior amico, ma ci rispettiamo molto, ognuno fa il suo lavoro e nessuno dipende dall’altro".

Aver tanto vantaggio a tre gare dalla fine puó aprire la stradda a differenti strategie o a calcolare il rischio per ottenere il risultato: "In questa stagione le cose sono andate bene, perchè non ho pensato ad altro e sono rimasto concentrato. Nelle gare do sempre il massimo, ho bisogno di esser aggressivo perchè questo è il mio stile; non posso preoccuparmi del resto, perchè nelle corse tutto puó accadere".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Tito Rabat
Articolo di tipo Ultime notizie