Valencia, Day 2: Rabat in modalità "maratoneta"

Il campione del mondo mette tutti in fila e completa ben 118 giri. Marquez cade di nuovo, ma riduce il gap

Valencia, Day 2: Rabat in modalità

Tito Rabat si è confermato ancora una volta il punto di riferimento della Moto2 anche nella seconda giornata dei test di Valencia. Il campione del mondo in carica non si è limitato ad essere il più veloce, ma ha anche messo insieme la bellezza di 118 tornate con la sua Kalex 2015. Un dato che comunque non deve stupire se si pensa che solitamente viaggia oltre i 20 anche in un semplice turno di prove libere.

Il portacolori della Estrella Galicia Marc VDS ha chiuso la giornata con un riferimento di 1'34"844, che gli ha consentito di chiudere davanti a due piloti che sono attesi come possibili rivelazioni nel 2015, ovvero il francese Johann Zarco ed il tedesco Jonas Folger, pure loro in sella a due Kalex.

La top five si completa poi con Luis Salom e Xavier Simeon, con il primo che ha avuto modo di salire oggi sulla moto 2015 del Team Pons per accumulare esperienza. Positiva anche la giornata del suo nuovo compagno di squadra Alex Rins: lo spagnolo proveniente dalla Moto3 ha completato 91 tornate, chiudendo in ottava posizione.

Piccoli passi avanti anche per il campione del mondo della Moto3 Alex Marquez: il fratellino d'arte anche oggi è incapatto in una scivolata senza conseguenze, ma è riuscito a ridurre a meno di un secondo il distacco da Rabat. Non male se si pensa alla grande differenza di esperienza tra i due.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Tito Rabat
Articolo di tipo Ultime notizie