Jerez, Day 3: torna la pioggia e brilla Terol

Jerez, Day 3: torna la pioggia e brilla Terol

Solo 20 piloti hanno preso la via della pista, con Espargaro che è rimasto a guardare

Non c'è molto da dire sulla terza ed ultima giornata dei test collettivi di Jerez de la Frontera della classe Moto2. La pioggia e la nebbia sono state infatti le grandi protagoniste, impedendo un confronto reale con le prestazioni ottenute nelle giornate precedenti. Buona parte del gruppo ha infatti deciso di non scendere neanche in pista: basta pensare che nella prima sessione hanno girato 20 moto, ma che poi questo numero è calato a 12 nella seconda e addirittura solamente a 2 in quella conclusiva. Proprio come martedì, quando c'era già stato l'asfalto bagnato, anche oggi il più veloce è stato Nico Terol, che nella sessione mattutina è riuscito a spingere la sua Suter del Team Aspar fino ad un tempo di 1'54"860, risultando l'unico capace di infrangere il muro dell'1'55". Alle sue spalle poi c'è un bel terzetto di specialisti della pioggia composto da Scott Redding, Danny Kent e Johann Zarco, ai quali però si è accodato anche il sorprendente Ricky Cardus. Tutti i componenti di questo gruppetto sono riusciti a mantenere il distacco al di sotto del mezzo secondo. Tutti fermi ai box i piloti di casa nostra, ovvero i portacolori del Forward Racing, che hanno preferito non prendere rischi. Stesso discorso che vale anche per il grande favorito per la corsa al titolo Pol Espargaro, che comunque grazie alla prestazione di ieri chiude con il miglior tempo assoluto della tre giorni.

Moto2 - Test Jerez - Day 3

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Nicolas Terol
Articolo di tipo Ultime notizie