Silverstone, Libere 1: Zarco prima della pioggia

Silverstone, Libere 1: Zarco prima della pioggia

Il francese ha preceduto Simone Corsi e Mattia Pasini. Solo decimo Mika Kallio e dodicesimo Tito Rabat

Johann Zarco ha strappato il miglior tempo nella prima sessione di prove libere della Moto2 Sul tracciato di Silverstone, che ospiterà questo fine settimana il Gran Premio di Gran Bretagna per quanto riguarda il Motomondiale.

Il pilota della Caterham-Suter ha approfittato degli ultimi minuti della sessione per cogliere il miglior tempo prima e per limarlo poi, fermando il cronometro in 2'09"312. Zarco è riuscito a evitare la pioggia, iniziata a scendere sul circuito britannico a un minuto e dieci secondi dal termine della sessione. 

Il vento e le basse temperature di Silverstone non hanno permesso ai piloti di avere tempi paragonabili a quelli segnati nelle edizoni passate, ma non hanno impedito ai nostri portacolori di brillare sin dai primi chilometri di prove libere. Simone Corsi ha infatti colto il secondo miglior tempo della mattinata dopo un sensibile quanto costante miglioramento nella seconda parte della sessione, nonostante qualche raffica di vento abbia disturbato il romano. 

Molto bene anche Mattia Pasini, terzo al termine delle Libere 1 e competitivo sin dai primi chilometri a Silverstone. Il pilota romagnolo ha colto i frutti di una minuziosa messa a punto della moto partita da Brno e protrattasi sino in Inghilterra, che gli ha permesso di essere molto vicino alla testa della classifica. Quarto posto per un sorprendente Axel Pons, pilota spagnolo molto incostante, capace di grandi acuti ma anche di gare anonime, ben al di sotto delle sue reali possibilità.

Quinto posto per un positivo Maverick Viñales, primo dei pretendenti al titolo in classifica di questa mattina, il quale ha preceduto il pilota di casa Sam Lowes e Jonas Folger. Ottavo posto per il terzo italiano in classifica, Franco Morbidelli, autore di un ottimo finale di sessione che gli ha permesso di entrare stabilmente in Top Ten.

Nono posto per un ritrovato Takaaki Nakagami, dopo mesi di delusioni dopo le grandi aspettative derivate dalla stagione scorsa, dove il nipponico fece intravedere doti di guida importanti. Non sorride invece Mika Kallio, primo dei piloti del team Marc VDS, staccato sensibilmente dalla testa della classifica e lontano dai soliti standard a cui ci ha abituati il finnico. Peggio è andata a Esteve Rabat. "Tito" non è riuscito a fare meglio del dodicesimo posto, inoltre non è mai riuscito a issarsi nella Top Ten per tutto l'arco delle Libere 1.

Da segnalare il rientro nel Motomondiale tramite wild card di Jeremy McWilliams. L'ormai cinquantenne è sceso in pista con il team Brough Superior Racing, in sella a un prototipo Taylor Made Moto2, costruita e sviluppata negli Stati Uniti. Il nordirlandese ha subito un distacco pesante dai primi: ben dieci secondi e otto decimi dal miglior tempo di Zarco, ma i primi miglioramenti sono stati visibili. McWilliams ha infatti tolto oltre cinque secondi di gap con l'ultimo tentativo effettuato sul tracciato di Silverstone prima dell'arrivo della pioggia.  

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Mattia Pasini , Johann Zarco , Simone Corsi
Articolo di tipo Ultime notizie