Rabat in doppia cifra di pole, ma Kallio è lì

Rabat in doppia cifra di pole, ma Kallio è lì

I due contendenti al titolo scatteranno dalla prima fila nel Gp della Malesia insieme a Sandro Cortese

Il suo primo titolo iridato è davvero vicino, ma Esteve Rabat non sembra davvero volerne sapere di fare il ragioniere neanche in quello che potrebbe essere il weekend decisivo della sua stagione. Il portacolori della Marc VDS si è infatti confermato ancora un volta quasi imbattibile in qualifica, portandosi a casa la sua decima pole position stagionale in Moto2, la 12esima in carriera.

"Tito" ha realizzato un crono di 2'07"429, precedendo di 158 millesimi la Kalex gemella del rivale Mika Kallio. Il finlandese sembra quello messo meglio alle spalle dello spagnolo, ma il suo problema è che per arrivare a Valencia ancora con delle chance di essere campione deve vincere e sperare che il suo compagno viva una giornata difficile.

Il nome che completa la prima fila è una bella sorpresa, perché troviamo Sandro Cortese, che in qualifica è riuscito a piazzare una zampata che gli mancava da un po' di tempo, mettendosi dietro uno degli uomini più in forma del momento, ovvero Maverick Vinales. Attenzione però perché lo spagnolo del Team Pons di solito da il meglio di sé in gara.

Accanto a lui ci sarà un altro pilota particolarmente in forma, ovvero Thomas Luthi, ma anche uno che finalmente sembra essersi ritrovato, cioè Takaaki Nakagami. Interessante il settimo tempo di Julian Simon, che ha preceduto la Caterham Suter di Johann Zarco ed un Dominique Aegerter reduce da una brutta influenza.

Per quanto riguarda gli italiani, su una pista che non conosceva ha fatto più fatica del solito Franco Morbidelli, che comunque ha chiuso con un onorevole 13esimo posto a meno di un secondo dalla pole. 19esimo tempo poi per il rientrante Roberto Rolfo, mentre è stato un turno sfortunato per Lorenzo Baldassarri e Mattia Pasini, entrambi vittime di cadute.

Il portacolori del Team Gresini è comunque riuscito a riprendere la via della pista, chiudendo con il 23esimo tempo, mentre quello del Forward Racing si è ritrovato senza tempi perché la sua Kalex è rimasta senza freni al fondo del lungo rettilineo del tracciato malese: fortunatamente Mattia se l'è cavata senza conseguenze.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Mika Kallio , Sandro Cortese , Tito Rabat
Articolo di tipo Ultime notizie