Sam Lowes non sbaglia niente e trionfa ad Austin

Sam Lowes non sbaglia niente e trionfa ad Austin

Piegata la concorrenza di Zarco, che nel finale si tocca con Simeon, Primo podio per Rins, leader iridato

E' caduto per ben tre volte tra venerdì e sabato, ma oggi Sam Lowes non ha sbagliato un colpo, concretizzando ad Austin il grande lavoro fatto durante l'inverno per portare la Speed Up al livello della Kalex e quindi in grado di battagliare per la vittoria.

Il pilota britannico ha optato per una strategia attendista, stando lontano dai guai soprattutto quando nella parte centrale della corsa è arrivata qualche goccia di pioggia a rendere insidioso l'asfalto del tracciato texano. Per buona parte della corsa, dunque, ha lasciato che fosse il rivale Johann Zarco a gestire la leadership, tenendo a bada il tentativo di rientro del poleman Xavier Simeon e dell'ottimo rookie Alex Rins.

A cinque giri dalla fine però l'ex campione del mondo della Supersport ha rotto gli indugi ed è andato a prendersi la vetta della classifica. E in questo frangente ha piazzato un paio di giri veloci proprio mentre Zarco era alle prese con una battaglia ai ferri corti con Simeon.

Un duello che purtroppo è finito nel peggiore dei modi, con un contatto all'ingresso della curva che ha mandato a terra il pilota del Team Gresini e fatto finire sotto investigazione il francese della Ajo Motorsport, che nel frattempo ha visto scappare via Lowes, che quindi si è involato verso una meritatissima vittoria.

Zarco quindi si è dovuto accontentare della piazza d'onore e probabilmente dovrà parlare dell'incidente con i commissari, comunque è riuscito a tenere a bada uno strepitoso Rins, che alla seconda gara in Moto2 ha conquistato subito il suo primo podio, ma soprattutto si è preso a sorpresa la leadership nella classifica iridata.

Ai piedi del podio c'è il campione del mondo in carica Tito Rabat, che si era attardato con le prime gocce di pioggia, che lui non ama particolarmente, ma poi è stato molto veloce nella seconda parte della corsa, riuscendo a saltare davanti ad un Franco Morbidelli che quindi ha confermato il quinto posto del Qatar dopo aver battagliato per le posizioni da podio nei primi giri.

Stupisce il sesto posto del malese Hafizh Syarin, che ora che conosce le piste dimostra di poter essere anche veloce, ma è buona anche la prova delle altre due Speed Up, perché Anthony West è settimo e Julian Simon nono, con tra di loro la Kalex del vice-campione del mondo Julian Simon.

Peccato poi per Simone Corsi, che nel finale si è visto soffiare la top ten da Takaaki Nakagami, dovendosi accontentare del terzo posto. E' andata anche peggio al suo compagno di squadra Lorenzo Baldassarri, finito a terra quando ha iniziato a cadere la pioggia. Stesso discorso che vale per Dominique Aegerter, che finalmente si era reso competitivo con la Kalex.

Domenica da dimenticare, infine, per il vincitore del Gp del Qatar, Jonas Folger: il tedesco lascia il Texas senza neanche un punto, essendosi piazzato 16esimo alle spalle dell'esordiente Alex Marquez.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Johann Zarco , Alex Rins , Sam Lowes
Articolo di tipo Ultime notizie