Rabat non se la sente ancora di cantar vittoria

Rabat non se la sente ancora di cantar vittoria

Quel che è certo è che ormai il titolo è della Marc VDS: in corsa c'è solo Kallio, anche se a -41

Anche se ancora non c'è stato un verdetto definitivo riguardo al nome del campione, nel box della Marc VDS la festa sarebbe potuto cominciare già oggi a Phillip Island. La corsa al titolo, infatti, ormai è aperta solamente ai due piloti della squadra diretta da Michael Bartholemy, ovvero Esteve Rabat e Mika Kallio.

Nonostante una gara con qualche problema di troppo, ma chiusa comunque al terzo posto, lo spagnolo ora pare decisamente in una posizione privilegiata, visto che la settimana prossima si presenterà in Malesia con ben 41 punti di vantaggio sul compagno di box. Per ora comunque "Tito" non se la sente ancora di cantar vittoria.

"Quella di oggi è stata una gara particolarmente difficile. C'era qualcosa che non andava alla curva, forse deve essere cambiata la direzione del vento, e la pista era più fredda. Stavo guidando con gli stessi riferimenti in frenata, ma ogni volta arrivavo lungo e questo è davvero strano. Inoltre è stata una corsa davvero ricca di sorpassi, quindi particolarmente insidiosa" ha detto Rabat.

"Oggi comunque sono molto contento per la squadra, perché ha fatto un ottimo lavoro e si merita di avere la certezza che sia un pilota della Marc VDS a vincere il campionato. Ora ho due gare per cercare di garantirmi che a vincere il campionato sia quello con il numero 53 sul cupolino" ha aggiunto.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Tito Rabat
Articolo di tipo Ultime notizie