Rabat soffia la pole a Luthi a tempo scaduto

condividi
commenti
Rabat soffia la pole a Luthi a tempo scaduto
Di: Matteo Nugnes
11 ott 2014, 08:49

Il leader del Mondiale beffa lo svizzero per soli 33 millesimi. Kallio chiude quinto, Morbidelli è ottavo

La caduta avvenuta nella terza sessione di prove libere non ha minimamente frenato le ambizioni di pole position di Esteve Rabat, anche se per mettere tutti in fila nelle qualifiche della Moto2 a Motegi il leader della classifica iridata ha dovuto attendere proprio l'ultimo giro.

Sotto alla bandiera a scacchi il portacolori della Marc VDS ha piazzato il suo 1'50"854, beffando di appena 33 millesimi Thomas Luthi, che stava già pregustando il sapore della pole position con la sua Suter della Interwetten. E bisogna dire che i primi due hanno fatto veramente una gran selezione, perché Johann Zarco, che completa la prima fila con la Caterham Suter, si è visto rifilare ben tre decimi.

Aprirà la seconda fila il futuro pilota della Suzuki in MotoGp, ovvero Maverick Vinales, che ha preceduto un Mika Kallio parso piuttosto in difficoltà sul tracciato giapponese: il finlandese della Marc VDS domani avrà bisogno di trovare una svolta, altrimenti il Mondiale sembra sempre più destinato a prendere la via della Spagna in direzione del suo compagno di squadra.

La seconda linea dello schieramento si completa con l'idolo locale Takaaki Nakagami, che ha preceduto il tandem della Italtrans composto da Julian Simon e Franco Morbidelli. Quest'ultimo, complice anche l'assenza dell'infortunato Simone Corsi, è stato nuovamente il migliore degli italiani, confermando i suoi progressi anche su una pista che non conosceva.

Purtroppo è stata una qualifica decisamente deludente per gli altri ragazzi di casa nostra, con il solo Mattia Pasini all'interno della top 20 con il 19esimo tempo. Subito fuori da questo gruppetto c'è poi Lorenzo Baldassarri in 21esima piazza. E' andata anche peggio a Riccardo Russo, 35esimo e penultimo dopo essersi reso protagonista di una brutta caduta nel corso delle libere di stamattina.

Articolo successivo
Motegi, Libere 1 e 2: Tito Rabat detta il ritmo

Articolo precedente

Motegi, Libere 1 e 2: Tito Rabat detta il ritmo

Articolo successivo

Thomas Luthi ritrova il successo dopo oltre due anni

Thomas Luthi ritrova il successo dopo oltre due anni
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Moto2
Piloti Thomas Lüthi , Tito Rabat , Johann Zarco
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie