Pirro ottimista: "Jerez si adatta bene alla nostra moto"

L'italiano ricorda la bella vittoria di un anno fa centrata da Toni Elias

Pirro ottimista:
Dopo la prima gara in Qatar, corsa in notturna in condizioni molto particolari, la seconda tappa del Motomondiale 2011 si disputerà nella caliente Spagna, sul circuito andaluso di Jerez de la Frontera. Si torna quindi agli orari di sempre con gare in diretta a partire dalle 10.30 per la 125, alle 12 la Moto2 e alle 14 la MotoGp. Con Valentino Rossi che chiede ancora due mesi di tempo per tornare competitivo le speranze italiane della classe regina restano nelle mani dei piloti Honda, Dovizioso e Simoncelli, mentre gli italiani della Moto2 avranno il loro bel da fare per battere il “piccolo” Bradl, che dopo aver vinto in Qatar ha già mostrato di essere competitivo a Jerez nei test pre-campionato, e al quale si aggiungeranno i padroni di casa Marquez, Simon e l’ex MotoGp Espargarò. Michele Pirro:Correre durante il giorno sarà completamente diverso e credo che i valori in pista si rimescoleranno di nuovo. Per quello che riguarda la nostra squadra confidiamo in condizioni climatiche molto calde, simili a quelle che hanno preceduto i test IRTA, in cui le nostre Moriwaki si sono dimostrate molto competitive. Anche la conformazione del circuito si addice alle nostre moto, infatti Elias vinse l’edizione del 2010, ma sarà determinante trovare una messa a punto in grado di risparmiare il più possibile la gomma posteriore e arrivare agli ultimi giri nella condizione di spingere ancora”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Michele Pirro
Articolo di tipo Ultime notizie