Pasini: "Un risultato che ci voleva per il morale"

condividi
commenti
Pasini:
Redazione
Di: Redazione
22 apr 2013, 13:03

Mattia ha rimontato fino all'ottavo posto ad Austin, trascinandosi dietro anche Alex De Angelis

Pasini:
Concluso ad Austin il weekend del Grand Prix of the Americas sul nuovo tracciato texano per i piloti NGM Mobile Forward Racing in sella alle loro Speed Up. Grande rimonta per Mattia Pasini ed Alex De Angelis che partivano in griglia rispettivamente dalla ventiquattresima e dalla venticinquesima posizione e riescono entrambi ad entrare nella Top10 dando vita ad un derby targato NGM Mobile Forward Racing negli ultimi giri. Soddisfatto anche Ricky Cardùs che riesce a superare la caduta di Doha portando a termine la gara e raccogliendo il primo punto della stagione. Più sfortunato invece Simone Corsi, partito in seconda fila e a ridosso dei più forti nella prima parte di gara che paga una caduta causata dall’ultima di quattro gomme difettose in questo weekend texano. Mattia Pasini: "Sono molto contento per come è andata la gara. Questo risultato ci voleva sia per il morale che per il team e per tutte le persone che hanno creduto e credono in me. In Qatar abbiamo avuto diversi problemi, siamo quindi ripartiti cambiando metodologia di lavoro sulla nostra SpeedUp seguendo le indicazioni dateci dal costruttore. Passo dopo passo siamo riusciti a migliorarci. Andiamo a Jerez, pista non facile per noi, forti del risultato ottenuto qui per cercare di migliorarci ancora. Voglio ringraziare Giovanni (Cuzari, Team Owner di Forward Racing ndr), il mio team e il fornitore della moto che ci mette a disposizione materiale competitivo" Alex De Angelis: "Sono ovviamente soddisfatto per come è andata la gara e per la rimonta. Siamo riusciti a tenere un ottimo ritmo e il mio team, come al solito, ci ha creduto sino alla fine. Abbiamo trovato una buona soluzione nel warm up che poi abbiamo sviluppato ulteriormente per la gara e siamo andati forte. Voglio ringraziare tutto il mio il team: sono convinto che siamo competitivi, ma dobbiamo ancora lavorare per arrivare al livello dei primi, soprattutto nelle qualifiche. Il passo gara è buono, lo si è visto anche in Qatar, ma dobbiamo continuare a lavorare sodo. Nel rettilineo la moto è veloce, l’aereodinamica è perfetta e le gomme si rovinano poco, ma dobbiamo migliorarci nel tempo sul giro. Sono convinto sarà una bella stagione". Ricky Cardùs: "Dopo il Qatar per me era importante portare a termine la gara. Sono partito molto bene e nei primi giri sono andato veloce. Al decimo giro ho iniziato ad avere dei problemi con le gomme, ho cercato di stare con Mattia e Alex, ma non riuscivo a guidare la moto come volevo e sono finito dietro. Ho raccolto il primo punto dell’anno nonostante la condizione fisica non perfetta e sono soddisfatto perché sono riuscito ad arrivare nella zona punti aiutato da una moto molto competitiva, sono quindi fiducioso per il resto del campionato". Simone Corsi: "Abbiamo sciupato una gara dove potevamo fare bene. Sono partito tra i primi, gestendo bene le gomme nei primi giri perché era importante non rovinarle, ma avevo grossi problemi di chattering sull’anteriore. Non riuscivo a guidare la moto come volevo e sono scivolato".
Prossimo articolo Moto2
Jerez, Libere 1: Rabat stupisce tutti quanti

Previous article

Jerez, Libere 1: Rabat stupisce tutti quanti

Next article

Terol doma Austin con la sua prima vittoria in Moto2

Terol doma Austin con la sua prima vittoria in Moto2

Su questo articolo

Serie Moto2
Piloti Alex de Angelis , Mattia Pasini , Simone Corsi , Ricard Cardus
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie