Rabat: "Non è stato facile tenere dietro Nakagami"

Lo spagnolo della Marc VDS però è felicissimo di aver iniziato il 2014 con la vittoria in Qatar

Rabat:
Tito Rabat non avrebbe potuto sperare in un esordio migliore con i colori della Marc VDS. Arrivato in Qatar con i galloni di favorito per la classe Moto2, il pilota spagnolo si è infatti imposto nella gara di Losail, ma va detto che Takaaki Nakagami gli ha fatto sudare le proverbiali sette camicie fino all'ultimo metro di gara. Una difficoltà che però forse ha reso ancora più grande la gioia per il primo successo stagionale. "E' molto bene cominciare così l'avventura con la mia nuova squadra, ma all'inizio non è stato facile perchè Nakagami ha fatto una bella partenza e mi ha chiuso un po' alla prima curva, quindi mi ha obbligato ad andare largo e a perdere un po' di posizioni. Poi piano piano sono riuscito a rimontare e a portarmi in testa, ma anche lui andava molto forte e quindi non è stato facile tenerlo dietro fino alla fine" ha detto a caldo Rabat. Dopo aver battagliato per il titolo nel 2013, per lui l'obiettivo può essere solo il titolo, quindi è normale che il suo sguardo sia già rivolto alla prossima gara: "Sicuramente dobbiamo lavorare un po' sulla moto per migliorare un paio di aspetti: dobbiamo renderla più veloce nelle prime fasi della gara, quando abbiamo il pieno di carburante, ma anche migliorare la gestione della gomma per arrivare in condizioni migliori ai giri finali".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Tito Rabat
Articolo di tipo Ultime notizie