Le Mans, Libere 1: Tito Rabat è subito un martello

Le Mans, Libere 1: Tito Rabat è subito un martello

Il campione del mondo gira regolarmente sull'1'38"0, ma Luthi e Zarco sono vicini almeno sul giro secco

La pista di Le Mans si è finalmente asciugata definitivamente, permettendo ai protagonisti della Moto2 di arrivare a far segnare dei tempi in linea con quelli della passata stagione. Ancora a caccia del primo successo stagionale, il campione del mondo Tito Rabat ha lanciato un messaggio importante alla concorrenza.

Lo spagnolo della Marc VDS ha messo tutti in fila in 1'38"030, senza riuscire a rifilare dei distacchi troppo pesanti agli inseguitori. Ad impressionare però è la regolarità con cui ha martellato sull'1'38"0 nella seconda parte della sessione: Tito ha realizzato almeno 6 o 7 giri consecutivi su questo passo.

Come detto, i distacchi sono però minimi, perché alle spalle del leader Thomas Luthi paga appena 91 millesimi con la sua Kalex, precedendo a sua volta di meno di un decimo il battistrada della classifica iridata, il francese Johann Zarco.

Quarto tempo per il tedesco Jonas Folger, fresco del successo di Jerez e confermatosi subito piuttosto veloce anche in Francia. Il portacolori del Team AGR sarà sicuramente uno di quelli da tenere d'occhio se si pensa che per ora è l'unico ad aver conquistato due volte il gradino più alto del podio nel 2015.

La top five si completa con Sam Lowes, la cui Speed Up ha abbandonato il tradizionale colore arancione per fare spazio all'azzurrino di un nuovo sponsor: per il britannico, rallentato a Jerez da una gomma fallata, il distacco dalla vetta però è di ben mezzo secondo.

Continuando a parlare di Speed Up è interessante anche il sesto tempo di Julian Simon, giusto davanti al migliore degli italiani, che in questo caso è stato Simone Corsi, settimo con la Kalex del Forward Racing. Decisamente più in difficoltà invece Lorenzo Baldassarri e Franco Morbidelli, che sono rispettivamente in 16esima e 20esimo posizione.

Stupisce però vedere anche Alex Rins solamente in 21esima posizione dopo il suo ottimo avvio stagionale. Il rookie del Team Pons però è in ottima compagnia se si pensa che alle sue spalle c'è il vice-campione del mondo in carica Mika Kallio.

Purtroppo bisogna registrare anche la bruttissima caduta di Florian Alt. Il portacolori della Iodaracing è atterrato molto rovinosamente dopo un highside ed è stato portato in ambulanza al centro medico. Sicuramente è cosciente, visto che è stato lui stesso a portandosi fuori dalla pista rotolando, ma è parso davvero dolorante. Non appena possibile vi aggiorneremo sulle sue condizioni.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Thomas Lüthi , Johann Zarco , Tito Rabat
Articolo di tipo Ultime notizie