La pioggia spinge Nakagami verso la pole

La pioggia spinge Nakagami verso la pole

Un acquazzone ha colpito Le Mans proprio quando il giapponese era davanti a tutti

Sono durate meno del previsto le qualifiche del round di Le Mans del Mondiale Moto2. Quando il turno era arrivato intorno alla sua metà, sul tracciato francese si è infatti abbattuto un violento temporale, che ha reso i minuti conclusivi utili solo a rodare le gomme da bagnato, nel caso in cui domani dovesse verificarsi una gara sotto alla pioggia. Per questo quella emersa alla bandiera a scacchi è una classifica anomala, anche se fino ad un certo punto. Ad essere premiato è stato il giapponese Takaaki Nakagami, che si è ritrovato proiettato in pole position (la prima della sua carriera) con la sua Kalex del Team Italtrans grazie ad un crono di 1'38"508. Accanto a lui prenderà il via il britannico Scott Redding, che ha chiuso però con un ritardo di 350 millesimi. Ed il passivo diventa addirittura di quasi sette decimo per il terzo pilota in griglia, che a sorpresa è l'idolo locale Johann Zarco. Apre la seconda fila il leader della classifica iridata Esteve Rabat, che ha preceduto uno Xavier Simeon andato decisamente oltre alle più rosee aspettative e l'ex campione della 125 Gp Nico Terol. Solo settimo invece il più piccolo dei fratelli Espargaro, ovvero Pol, che in questo weekend per ora non ha mai dato la sensazione di avere il passo per lottare per la vittoria. In terza fila con lui si andranon a schierare Thomas Luthi e Mattia Pasini, con quest'ultimo che è stato decisamente il migliore dei nostri. Tra quelli che hanno pagato a caro prezzo queste condizioni ci sono infatti Alex De Angelis e Simone Corsi, che si ritrovano relegati rispettivamente in 19esima ed in 30esima posizione.

Moto2 - Le Mans - Qualifiche

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Takaaki Nakagami
Articolo di tipo Ultime notizie