Jerez, Libere 1: Rabat cade, ma è comunque primo

Jerez, Libere 1: Rabat cade, ma è comunque primo

Doppietta Marc VDS con Kallio in seconda piazza davanti a Folger e Simeon. Tutti indietro gli italiani

Nemmeno una caduta sembra in grado di fermare lo strapotere di Esteve Rabat in questo primo scorcio di stagione del Mondiale Moto2. Il leader della classifica iridata è infatti finito ruote all'aria nella prima sessione di prove libere del Gp di Spagna e, pur dovendo rinunciare agli ultimi minuti del turno, ha messo tutti alle spalle della sua Kalex della Marc VDS in 1'43"486. Un prova di forza non solo da parte sua, ma anche del suo team, visto che alle sue spalle troviamo distanziata di 78 millesimi la Kalex gemella di Mika Kallio, che curiosamente è anche il suo diretto inseguitore anche nel Mondiale, seppur con un distacco di ben 28 lunghezze. Dopo quanto di buono fatto vedere in Argentina, si conferma tra i migliori anche il tedesco Jonas Folger, terzo a 180 millesimi, e il discorso vale anche per Xavier Simeon, che è stato più lento di appena 2 millesimi con la Suter del Team Gresini. Chi invece deve ancora concretizzare i progressi mostrati in queste prime uscite è Sandro Cortese, autore di un ottimo quinto tempo comunque stamani. Finalmente torna ad affacciarsi nelle prime posizioni anche Nico Terol, reduce da un trittico iniziale davvero da dimenticare. Lo spagnolo del Team Aspar ha chiuso in sesta posizione, davanti a Thomas Luthi, anche lui voglioso di riscattare il weekend nero di Termas de Rio Hondo. La top ten poi si completa con il campione in carica della Moto3 Maverick Vinales, con il suo compagno Luis Salom e con il giapponese Takaaki Nakagami. Purtroppo non è stata una sessione particolarmente favorevole ai ragazzi di casa nostra: il migliore è stato Simone Corsi, ma solamente con il 15esimo tempo, giusto tre posizioni davanti a Lorenzo Baldassarri. Addirittura 21esimo Alex De Angelis, con Mattia Pasini 24esimo e Franco Morbidelli 26esimo. Ad avere la peggio comunque è stato proprio Pasini, che ha avuto il tempo di mettere insieme appena 4 giri prima di cadere e danneggiare la sua Forward KLX.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Tito Rabat
Articolo di tipo Ultime notizie