Jerez, Libere 1: Rabat stupisce tutti quanti

Jerez, Libere 1: Rabat stupisce tutti quanti

Il pilota spagnolo ha preceduto i due favoriti Scott Redding e Pol Espargaro

Il weekend di Jerez della classe Moto2 si è aperto nel segno di Esteve Rabat: il pilota del Team Tuenti è stato il più veloce nella prima sessione di prove libere. Lo spagnolo è stato davanti a tutti praticamente per l'intera durata del turno, ma poi sotto la bandiera a scacchi è riuscito a ritoccare ulteriormente il suo tempo in 1'43"227. Una prestazione che gli ha consentito di distanziare di 284 millesimi il leader della classifica iridata Scott Redding, che si è subito confermato molto veloce anche sul tracciato andaluso, risultando l'unico capace di rimanere davvero vicino a Rabat. Basta pensare che il grande favorito Pol Espargaro si è visto rifilare la bellezza di otto decimi dal compagno di box e che dal quarto in giù pagano tutti oltre 1". Detto della tripletta Kalex davanti a tutti, la prima delle Suter occupa appunto il quarto posto con Jordi Torres. Dunque, potremmo quasi dire che questa è stata la grande mattinata delle seconde linee, visto che anche nel Team Aspar il pilota di punta Nico Terol è più indietro ed occupa solo la nona posizione. Davanti al vincitore del round di Austin ci sono anche un ritrovato Toni Elias, il giapponese Takaaki Nakagami, Thomas Luthi e Julian Simon. In particolare fa piacere rivedere il pilota elvetico nelle posizioni di vertice, soprattutto se si pensa che viene da una lunga degenza dopo l'infortunio al braccio rimediato nei test invernali. Purtroppo è stata una sessione piuttosto negativa per i ragazzi di casa nostra: il sammarinese Alex De Angelis ha chiuso 12esimo, distanziato di 1"3, mentre Mattia Pasini è 17esimo. E' andata anche peggio a Simone Corsi, vittima di una caduta spettacolare, ma fortunatamente senza conseguenze, dopo pochi minuti.

Moto2 - Jerez - Libere 1

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Tito Rabat
Articolo di tipo Ultime notizie