Iannone: "Non mi sento inferiore a Marquez"

L'italiano punta al Mondiale ed è convinto della sua scelta di rimanere in Moto2

Iannone:
"Sicuramente Marc è forte, ma io non mi sento inferiore a lui, sono pronto a sfidarlo. Però credo che sarà una lotta a due per il titolo". Ecco come la pensa Andrea Iannone sul vice-campione del mondo in carica della Moto2, Marquez, e sul duello che secondo lui li attende nella stagione 2012. Il pilota italiano avrebbe avuto anche l'opportunità per saltare in MotoGp nella prossima stagione, ma le difficoltà incontrate nel 2011 lo hanno spinto a posticipare di un anno il suo approdo nella classe regina, con l'obiettivo di arrivarci da campione del mondo. "E' vero sono stato molto vicino al salto di categoria, ma non ho nessun rammarico, sono contento di essere rimasto in Moto2: voglio far vedere tutto il mio potenziale, che non ho ancora completamente espresso. Il vero Iannone si è visto solamente quando ero a posto con la moto, e questo è successo raramente. Quest'anno ho fatto molta fatica a guidare, anche se la squadra non mi ha mai fatto mancare nulla" ha spiegato il pilota di Vasto, che nel campionato appena concluso ha comunque vinto tre Gp, alla Gazzetta dello Sport. Proprio per venire incontro alle sue esigenze, il team SpeedMaster, che è gestito da suo papà Regalino e da Uccio Salucci, l'amico del cuore di Valentino Rossi, ha deciso di fare un passo indietro di circa 12 mesi. "Vogliamo puntare al Mondiale e per questo il team ha fatto di tutto per ridarmi i meccanici e la moto che avevo due anni fa: ci sono riusciti e questo è sicuramente positivo. Adesso bisogna solo mettersi a testa bassa e lavorare" ha aggiunto Andrea.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Andrea Iannone
Articolo di tipo Ultime notizie