Austin, Libere 3: l'ultima zampata è di Luthi

Austin, Libere 3: l'ultima zampata è di Luthi

Lo svizzero non migliora il tempo di Zarco, ma si porta in vetta davanti a Vinales e Rabat

Nessuno è riuscito ad arrivare a migliorare il crono realizzato ieri da Johann Zarco, ma il francese della Caterham è stato scalzato dalla prima posizione nella terza ed ultima sessione di prove libere del Gp of the Americas classe Moto2. A far segnare il miglior tempo è stato l'elvetico Thomas Luthi, che come detto però si è fermato solamente a 2'10"871, precedendo di appena 68 millesimi il rookie Maverick Vinales, che quindi si conferma già pronto per lottare al vertice anche nella classe di mezzo dopo aver vinto il titolo della Moto3 nella passata stagione. Terzo tempo per il leader della classifica iridata Esteve Rabat, che per ora però ad Austin non è parso brillante quanto invece lo era stato in Qatar. Dietro di lui c'è la grande sorpresa di questo turno, ovvero l'altro esordiente Jonas Folger, che per ora in questa nuova avventura non era mai stato tanto veloce. La top five si completa con Zarco, che con le differenti condizioni della pista trovate oggi non è riuscito ad essere incisivo quanto ieri, pur confermandosi tra i più veloci davanti allo svizzero Dominique Aegerter ed al migliore degli italiani, che ancora una volta è stato Simone Corsi con la Forward KLX. Stupisce in negativo invece vedere Takaaki Nakagami solamente in 13esima posizione, dietro anche al tedesco Sandro Cortese, il cui incidente nel finale del turno di ieri ha obbligato i meccanici della Dynavolt Intact agli straordinari notturni per ricostruire la sua Kalex. Piuttosto attardati, infine, gli altri ragazzi di casa nostra, con Lorenzo Baldassarri che ha dovuto fare anche i conti con una caduta nel finale.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Thomas Lüthi
Articolo di tipo Ultime notizie