Assen, Libere 3: Espargaro dopo la bandiera rossa

Assen, Libere 3: Espargaro dopo la bandiera rossa

Il lungo stop per la caduta di Sucipto ha consentito di asciugare le traiettorie

La terza ed ultima sessione di prove libere della classe Moto2 ad Assen è stata caratterizzata dai momenti di apprensione dovuti alla caduta di Rafid Topan Sucipto e alla successiva bandiera rossa. Il pilota indonesiano è stato soccorso con grande cautela, ma fortunatamente le prime notizie che arrivano dal centro medico parlano solo di problemi ad una caviglia, anche se si attende un bollettino ufficiale sulle sue condizioni. Il lungo stop, dovuto anche alla presenza di un liquido non ben identificato sull'asfalto del tracciato olandese, ha se non altro permesso di asciugare le traiettorie, consentendo ai piloti della classe di mezzo di montare le gomme slick nel finale, avvicinando i tempi realizzati nella sessione mattutina di ieri. A svettare sono stati i due piloti del Team Tuenti, con Pol Espargaro che ha spinto la sua Kalex fino ad un tempo di 1'39"660, distanziando di 237 millesimi la moto gemella di Esteve Rabat. Segue poi il tandem della Marc VDS, nel quale curiosamente questa volta Mika Kallio è riuscito ad avere la meglio nei confronti del leader del Mondiale Scott Redding, anche se va detto che il quartetto di testa è tutto racchiuso nello spazio di meno di tre decimi. Dal quinto in giù i distacchi aumentano ad oltre mezzo secondo, con il francese Johann Zarco che è stato anche il più rapido tra i piloti in sella alle Suter, precedendo lo svizzero Thomas Luthi. Per quanto riguarda i ragazzi di casa nostra, il migliore è stato Mattia Pasini, nono posto davanti al sammarinese Alex De Angelis. In grossa difficoltà invece Simone Corsi, che è solo 27esimo.

Moto2 - Assen - Libere 3

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Pol Espargaro
Articolo di tipo Ultime notizie