Rabat multato 500 euro dalla Race Direction

Rabat multato 500 euro dalla Race Direction

Durante la prima sessione di libere ha effettuato un pezzo della pitlane contromano

Nel turno di prove libere di questa mattina Esteve Rabat ha combinato un bel pasticcio, ma la cosa non è passata inosservata agli occhi della Race Direction, che lo ha convocato al termine della prima sessione di prove libere del Gp d'Olanda classe Moto2.

Il pilota spagnolo della Marc VDS non si è accorto che la squadra lo aveva invitato a rientrare ai box ed ha proseguito per un giro in più rispetto a quanto pianificato. Vedendo la tabella una volta ritransitato davanti al muretto, "Tito" ha capito di non avere abbastanza carburante e quindi si è fermato al fondo del rettilineo ed ha iniziato a spingere la sua moto all'interno della pitlane.

Il problema è che per velocizzare l'operazione ad un certo punto è rimontato in sella alla sua Kalex, percorrendo un tratto di corsia box contromano. Sebbene questa operazione sia consentita a spinta, è assolutamente vietata se effettuata sul proprio mezzo.

Per questo Rabat è stato multato di 500 euro, ma nel paddock della Moto2 c'è stata abbastanza polemica, perché secondo la concorrenza avrebbe meritato di pagare anche con la decurtazione di qualche punto dalla licenza.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Tito Rabat
Articolo di tipo Ultime notizie