Moto2
23 ago
-
25 ago
Evento concluso
13 set
-
15 set
Evento concluso
20 set
-
22 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
G
Motegi
18 ott
-
20 ott
G
Phillip Island
25 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
9 giorni
G
Sepang
01 nov
-
03 nov
Prossimo evento tra
16 giorni
G
Valencia
15 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
30 giorni

Moto2, Aragon, Libere 3: Fernandez torna al comando

condividi
commenti
Moto2, Aragon, Libere 3: Fernandez torna al comando
Di:
21 set 2019, 10:12

Lo spagnolo ha realizzato un giro incredibile ed ha confermato l'ottimo stato di forma sul tracciato di Aragon. Di Giannantonio fuori dal Q2. Brutta caduta per Locatelli.

La pioggia caduta copiosa nel corso della notte ha influenzato il terzo turno di prove libere della Moto2. Nonostante la sessione si sia svolta su asfalto asciutto, molti piloti non sono stati in grado di migliorare i tempi ottenuti nella giornata di venerdì vedendosi così costretti a superare la tagliola del Q1.

Ad imporsi con un crono incredibile è stato ancora una volta Augusto Fernandez. Il pilota del team Pons è riuscito nel finale a migliorare di un decimo il tempo ottenuto ieri e portarsi in cima alla classifica con un pazzesco 1’52’’365.

Lo spagnolo ha così imposto distacchi davvero pesanti e si candida a diventare il protagonista principale nella lotta per la pole.

Jorge Navarro ha chiuso alle spalle di Fernandez ma non è riuscito a replicare i tempi del connazionale pagando un gap di 492 millesimi, mentre Sam Lowes ha ottenuto il terzo riferimento di giornata accusando un ritardo di poco superiore al mezzo secondo.

Jorge Martin è riuscito a portare la sua KTM sino al quarto posto della classifica dei tempi diventando anche l’ultimo pilota a scendere sotto il muro del minuto e cinquantatre, mentre alle sue spalle Xavi Vierge ha chiuso con il quinto crono in 1’53’’030.

Ancora positivo il feeling di Nagashima con il tracciato di Aragon. Il giapponese ha ottenuto il sesto tempo, confermando così la propria presenza in top 10, ma il ritardo dal crono di Fernandez è di ben 688 millesimi.

Soltanto 8 millesimi di differenza hanno invece costretto Alex Marqeuz al settimo riferimento di giornata, ma il leader del campionato sarà certamente tra i protagonisti in qualifica nonostante un Fernandez in forma strepitosa.

Remy Gardner, Brad Binder e Thomas Luthi hanno completato la top ten con distacchi nell’ordine dei 7 decimi, mentre Luca Marini ha chiuso con l’undicesimo riferimento non pregiudicando, però, la sua partecipazione al Q2.

I piloti che accederanno al turno finale, oltre quelli già citati, saranno Lorenzo Baldassarri, Nicolò Bulega e Iker Lecuona, mentre non è riuscito a migliorare i propri tempi rispetto al venerdì Fabio Di Giannantonio che dovrà così disputare la Q1.

Anche gli altri piloti della pattuglia italiana dovranno cercare di superare il turno preliminare. Locatelli e Bastianini, però, sono stati protagonisti di due cadute ed il primo è stato trasportato al centro medico dopo aver impattato in modo duro con la spalla sinistra contro l’asfalto, mentre il secondo sembra non aver riportato alcuna conseguenza dopo la scivolata occorsa nel finale della sessione.

Cla Pilota moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Spain Augusto Fernandez
15 1'52.365 162.691
2 Spain Jorge Navarro
17 1'52.857 0.492 0.492 161.981
3 United Kingdom Sam Lowes
18 1'52.936 0.571 0.079 161.868
4 Spain Jorge Martin
16 1'52.995 0.630 0.059 161.784
5 Spain Xavi Vierge
14 1'53.030 0.665 0.035 161.734
6 Japan Tetsuta Nagashima
16 1'53.053 0.688 0.023 161.701
7 Spain Alex Marquez
17 1'53.061 0.696 0.008 161.689
8 Australia Remy Gardner
17 1'53.080 0.715 0.019 161.662
9 South Africa Brad Binder
16 1'53.10 0.735 0.020 161.633
10 Switzerland Thomas Lüthi
13 1'53.107 0.742 0.007 161.623
11 Italy Luca Marini
18 1'53.244 0.879 0.137 161.428
12 Italy Fabio Di Giannantonio
14 1'53.247 0.882 0.003 161.424
13 Italy Marco Bezzecchi
16 1'53.390 1.025 0.143 161.220
14 Italy Stefano Manzi
15 1'53.414 1.049 0.024 161.186
15 Italy Lorenzo Baldassarri
18 1'53.430 1.065 0.016 161.163
16 Switzerland Jesko Raffin
14 1'53.434 1.069 0.004 161.158
17 Thailand Somkiat Chantra
15 1'53.435 1.070 0.001 161.156
18 Netherlands Bo Bendsneyder
17 1'53.502 1.137 0.067 161.061
19 Italy Enea Bastianini
13 1'53.512 1.147 0.010 161.047
20 Italy Simone Corsi
14 1'53.532 1.167 0.020 161.018
21 Switzerland Dominique Aegerter
16 1'53.574 1.209 0.042 160.959
22 United States Joe Roberts
15 1'53.645 1.280 0.071 160.858
23 Italy Nicolò Bulega
14 1'53.941 1.576 0.296 160.440
24 Spain Iker Lecuona
14 1'53.970 1.605 0.029 160.400
25 United Kingdom Jake Dixon
17 1'53.991 1.626 0.021 160.370
26 Italy Andrea Locatelli
7 1'54.310 1.945 0.319 159.923
27 Germany Philipp Ottl
16 1'54.460 2.095 0.150 159.713
28 Germany Lukas Tulovic
16 1'55.042 2.677 0.582 158.905
29 Andorra Xavi Cardelus
15 1'55.561 3.196 0.519 158.191
30 Italy Gabriele Ruiu
15 1'55.966 3.601 0.405 157.639
31 Indonesia Gerry Salim
10 1'57.531 5.166 1.565 155.540
Malaysia Adam Norrodin
2

 

Articolo successivo
Moto2, Aragon, Libere 2: Marini e Baldassarri sugli scudi

Articolo precedente

Moto2, Aragon, Libere 2: Marini e Baldassarri sugli scudi

Articolo successivo

Penalità più severe da Aragon per i track limits all'ultimo giro

Penalità più severe da Aragon per i track limits all'ultimo giro
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Moto2
Evento Aragon
Sotto-evento FP3
Autore Marco Di Marco